Salute

Caltanissetta, la Rai vuole demolire l’antenna

Redazione

Caltanissetta, la Rai vuole demolire l’antenna

Gio, 09/01/2020 - 09:22

Condividi su:

Caltanissetta, la Rai vuole demolire l’antenna

«La Rai intende demolire l’antenna della collina Sant’Anna»: ad annunciarlo Renato Mancuso, presidente del comitato cittadino “Pro antenna” che si è costituito alcuni anni fa, con l’obiettivo di salvare quello che molti indicano come il “simbolo” della città di Caltanissetta che sorge all’interno di un parco dove ci sono anche locali che venivano utilizzati dalle emittenti di Stato. La richiesta di Segnalazione certificata di inizio attività è stata presentata al Comune dalla Rai il mese scorso: l’obiettivo è ottenere l’autorizzazione per smontare la struttura per motivi di sicurezza. Ci sono costi elevati per la manutenzione e la Rai ha esigenze di razionalizzare i bilanci e non vuole correre rischi per una struttura che va continuamente monitorata. Il Comune di Caltanissetta non vuole concedere alcuna autorizzazione e ha chiesto il parere al Genio Civile e il nulla osta alla Soprintendenza. Questo perché il Consiglio comunale di Caltanissetta, il 10 aprile 2017, approvò la variante urbanistica al piano regolatore per la destinazione a parco territoriale agricolo etno-antropologico dell’ampia area della collina Sant’Anna al centro della quale si erge l’antenna Rai Way e intorno dove ci sono fabbricati con le attrezzature allora utilizzate per le trasmissioni radiofoniche irradiate nel bacino del Mediterraneo. Strumentazioni di grande interesse storico e documentario tant’è che è stato ripetutamente detto di farne una esposizione museale. Al momento c’è la certezza che la vasta area interessata della collina Sant’Anna non può essere utilizzata per altri scopi ed è sottratta alle speculazioni edilizie; ma c’è adesso da trovare una soluzione per l’antenna Rai che la società del servizio pubblico vuole eliminare perché non serve più. «Stante il decreto assessoriale di vincolo, nessuno dovrebbe autorizzare la demolizione – dice il dott. Renato Mancuso – ma ciò non toglie l’estrema gravità della situazione che impone la massima mobilitazione di tutte le associazioni e di tutti i componenti del Comitato “pro antenna” e, direi, di tutti i nisseni». Mancuso nei mesi scorsi aveva lanciato una proposta: chiedere al Cipe la concessione del finanziamento necessario per l’acquisto dell’area della collina Sant’Anna con l’antenna Rai e le attrezzature che vi sono, e per realizzare il parco urbano». Un progetto rimasto sulla carta. È chiaro che serve anche una decisione da parte del Comune. La precedente amministrazione lasciò cadere il discorso. Adesso la palla passa alla nuova. (Fonte La Sicilia)