Mussomeli, l’ex Assessore siede ora in consiglio Comunale: Salvatore Cardinale

0

IMG_0439MUSSOMELI – Da sindacalista Cgil a consigliere comunale. Salvatore Cardinale, infermiere all’Ospedale “Longo di Mussomeli”, primo dei non eletti nella lista di Pensare solidale, ha giurato nella seduta del consiglio comunale del 4 maggio 2016, dopo la surroga del consigliere Josè Castiglione, approvata dari consiglieri comunali. Al giuramento del neo consigliere è seguito l’applauso dei presenti e l’auspicio di buon lavoro formulato dal Presidente Gero Valenza, anche a nome degli altri colleghi. Il neo consigliere proseguirà nel percorso del suo predecessore. A tale proposito In un comunicato del gruppo “Pensare Solidale” cosi si legge: “Il 4 Maggio 2016 si insedia in Consiglio Comunale di Mussomeli, a seguito delle dimissioni di Josè Castiglione, il primo dei non eletti nella lista Pensare Solidale, Salvatore Cardinale. Il neo consigliere  continuerà il lavoro iniziato da Josè Castiglione, dove con tutto il movimento Pensare Solidale in 11 mesi, di lavoro ne è stato fatto, tra cui: 3 interrogazioni, 1 proposta di regolamento e 7 mozioni presentate, su alcune di queste purtroppo è calato il silenzio più totale da parte dell’amministrazione comunale. Le elenchiamo per trasparenza e nella speranza che se ne riapra la discussione, in quanto noi perseguiamo coerentemente l’unica strada che ci siamo dati, un anno fa, cioè fare “Politica” a servizio della comunità, ed è per tale motivo che anche con un solo consigliere comunale ci siamo sempre impegnati nella nostra attività Politica”. Sono queste le azioni poste in essere da Pensare Solidale ed elencate nel comunicato: “ 1) attuazione di un fondo di garanzia del micro-credito che vada in soccorso delle Piccole e Medie Imprese che versano in condizioni di difficoltà economiche e finanziarie, e che, senza alcun aiuto sarebbero costrette ad abbandonare il mercato del lavoro, e delle Piccole e Medie Imprese di nuova costituzione per le quali l’accesso a tali finanziamenti rappresenterebbe il primo passo per superare la fase di start up aziendale; IMPEGNO PRESO DALL’AMMINISTRAZIONE A GIUGNO 2015 – ESITO: NON ATTUATO; 2) elaborazione di un piano economico e di apposita regolamentazione per l’esenzione totale di tasse e imposte di competenza comunale per un periodo di tre anni a favore delle attività produttive di nuova costituzione su territorio comunale; IMPEGNO PRESO DALL’AMMINISTRAZIONE A GIUGNO 2015 – ESITO: NON ATTUATO;  3) elaborazione di un piano economico e di apposita regolamentazione per il congelamento di tasse e imposte di competenza comunale per un periodo pari ad un anno a favore di quella fascia di popolazione che possieda un indicatore economico al di sotto di una determinata soglia, al fine di non far cadere il cittadino nell’illegalità con la pratica dell’evasione, la quale rappresenterebbe per le casse comunali un mancato introito; IMPEGNO PRESO DALL’AMMINISTRAZIONE A GIUGNO 2015 – ESITO: NON PRATICABILE, IN FASE STUDIO BARATTO AMMINISTRATIVO;  4)  elaborazione di un piano economico e di apposita regolamentazione per l’esenzione totale di tasse e imposte di competenza comunale per un periodo di tre anni a favore dei soggetti che ristrutturano edifici fatiscenti all’interno del centro storico a fini abitativi, sociali o produttivi, auspicando anche la revisione dell’attuale piano particolareggiato del centro storico; IMPEGNO PRESO DALL’AMMINISTRAZIONE A GIUGNO 2015 – ESITO: INSERITO IN REGOLAMENTO MA NON ATTUATO;  5) elaborazione di un piano di programmazione per il triennio 2015/2017, successivo all’aggiornamento dei dati in possesso dell’Ente comunale in riferimento alla popolazione, agli immobili e alle attività produttive idonei al calcolo delle aliquote comunali. IMPEGNO PRESO DALL’AMMINISTRAZIONE A GIUGNO 2015 – ESITO: IN LAVORAZIONE;  6) proposta di regolamentazione della consulta giovanile (approvata ad unanimità dal consiglio comunale) ESITO: NON ATTUATO;  7) costituzione delle consulte di quartiere (ancora da discutere in consiglio comunale) ESITO: GIACE IN QUALCHE CASSETTO;  8) costituzione del registro delle disabilità, apertura presidio centro UVA, presidio neuropsichiatria infantile (approvata ad unanimità dal consiglio comunale) ESITO: REGISTRO DISABILITA’ IN LAVORAZIONE IN COMMISSIONE SANITA’ , SU CENTRO UVA E PRESIDIO NEUROPSICHIATRIA NON ATTUATO;  9) proposta e regolamento sul compost domestico ESITO: TUTTO TACE;  10) segnalazione pericolo Via Ponticello. ESITO: NON RISOLTO”.