Salute

Eccellenza. Solo pari 0-0 per la Nissa con il Dolce Onorio. Ora i biancoscudati per conquistare la finale devono battere l’Akragas fuori casa.

Redazione 1

Eccellenza. Solo pari 0-0 per la Nissa con il Dolce Onorio. Ora i biancoscudati per conquistare la finale devono battere l’Akragas fuori casa.

Dom, 06/06/2021 - 23:17

Condividi su:

Eccellenza. Solo pari 0-0 per la Nissa con il Dolce Onorio. Ora i biancoscudati per conquistare la finale devono battere l’Akragas fuori casa.

Solo pari 0-0 per la Nissa in casa al Tomaselli contro il Dolce Onorio Folgore. La squadra di Castelvetrano ha disputato una gara per lo più difensiva ripartendo rapidamente di rimessa in alcune occasioni contro una Nissa che, di contro, ha sfiorato il vantaggio in almeno tre occasioni nel primo tempo e in altre due nella ripresa.

Insomma, se c’era una squadra che avrebbe potuto e dovuto vincere, questa è stata la Nissa, ma il Dolce Onorio, con una gara accorta sul piano difensivo , è riuscito a conquistare un punto, il secondo, che le ha permesso di mantenersi imbattuto in questo girone di poule promozione, anche se, di fatto, per potersi eventualmente qualificare per la finalissima, dovrà sperare che tra Akragas e Nissa domenica prossima finisca 0-0, per cui si arriverebbe al sorteggio tra Akragas e Dolce Onorio proprio perchè per differenza reti le due squadre si equivarrebbero.

La Nissa, per qualificarsi, deve vincere. Non ha altre alternative. Un pari con gol qualificherebbe alla finale direttamente l’Akragas. Sul match di oggi, c’è da dire che la Nissa lo ha interpretato al meglio in un “Tomaselli” nel quale finalmente s’è rivisto il pubblico in presenza.

La Nissa è andata vicina nel primo tempo al vantaggio tre volte: le prime due con Prestia, la terza con Stassi. Nella ripresa, ancora Nissa arrembante, ma il Dolce Onorio ha tenuto riuscendo a mantenere il risultato inchiodato sullo 0-0. Nei minuti di recupero un bel tiro di Prestia è stato deviato in angolo dal portiere ospite che ha salvato il risultato.

Partita comunque ben giocata da una Nissa alla quale è mancato solo il gol. E ora la squadra di Angelo Bognanni dovrà vincere il match di domenica prossima ad Agrigento se vorrà qualificarsi per la finale della promozione in serie D.

Necrologi di Caltanissetta