Pagano nella sua Caltanissetta perde con Aiello ma dichiara: “Non poteva andare meglio, Lega raddoppia i voti delle politiche””

1

“Meglio di come è andata, non poteva andare”. Alessandro Pagano, vicecapogruppo della Lega alla Camera, raggiunto dall’AdnKronos, non vuole sentire parlare di ombre sul voto siciliano: “Nelle politiche solo un anno fa – ricorda – abbiamo preso il 5,6%, abbiamo avuto i primi parlamentari, io sono il primo eletto in Sicilia, due in tutto”. “Dove abbiamo candidati sindaci ora li portiamo al ballottaggio – dice ancora – . A Monreale e Caltanissetta è poi andata benissimo, le amministrative sono le elezioni più difficile, alle europee sarà diverso. Sono pronto a dire che il gradimento della Lega qui diventerà il doppio almeno”. “Noi, mediamente, abbiamo raddoppiato i voti della Lega alle politiche, dal 5,6% siamo ormai dappertutto all’11%, come possiamo parlare di voto che non è andato bene?”, conclude il leghista.

“Quando 30 anni fa la Lega è nata in Lombardia, i primi militanti erano anche loro ex di qualcosa, come Bossi che era ex comunista”. Lo dice sempre Alessandro Pagano, rispondendo alle critiche di chi sostiene che Salvini abbia aperto le porte per il voto in Sicilia a tanti ex di altre formazioni politiche: “Il partito – ricorda Pagano, già in Forza Italia e poi con il nuovo centrodestra di Alfano – è nato solo due anni fa, io stesso son un ex di qualcosa, è chiaro che sia così”. “Ma dove stavo prima ero stretto”, dice ancora ricordando il suo dissenso sulle unioni civili appoggiate da Ncd. “E poi non è vero che abbiamo imbarcato tutti, come dimostra ad esempio la lista di Caltanissetta che presenta solo nomi nuovi”, conclude Pagano.

1 COMMENTO

  1. ma come non poteva andare meglio? ma allora quando diceva che sarebbe stato eletto sindaco stava dicendo una fesseria? vinciamo noi.. non c’è partita.. aiello sarà il prossimo sindaco.. e poi con il quarto posto dice che è il miglior risultato possibile? non poteva andare meglio? contenti voi..

Comments are closed.