Chiusa la linea Niscemi- Gela, Mancuso scrive ai vertici delle Ferrovie

0

CALTANISSETTA- Il presidente del Consiglio provinciale di Caltanissetta Michele Mancuso ha inviato una lettera ai vertici regionali di RFI – Rete Ferroviaria Italiana, con cui sollecita gli interventi atti a poter riaprire al transito la Sp. 11 Niscemi-Gela, dopo la sua chiusura decretata a seguito del temuto crollo del soprastante viadotto ferroviario.

“I cittadini di Niscemi e Gela, in particolare modo studenti e lavoratori pendolari – scrive Mancuso – vivono una grave situazione di disservizio perché  non possono  usufruire delle ferrovie per raggiungere l’Ateneo di Catania o il proprio posto di lavoro; inoltre, detta chiusura provoca gravi disagi agli agricoltori che sono costretti a peripezie giornaliere per raggiungere le proprie campagne”.

“Nella seduta consiliare del 10 agosto scorso – aggiunge la nota – il Consiglio provinciale ha dibattuto, insieme ai responsabili di RFI ed ai rappresentanti degli enti locali interessati, ampiamente l’argomento, e durante il corso del dibattito i responsabili di RFI hanno evidenziato la necessità di procedere ad un monitoraggio della struttura, prima di liberare la strada sottostante”.

“Considerata l’importanza della Sp. 11 per i cittadini di Niscemi e Gela – conclude Mancuso – si chiede di sbloccare la situazione al più presto e con urgenza, nel rispetto dei tempi tecnici necessari ai monitoraggi previsti dalla legge, oppure, nelle more, di vagliare la possibilità di provvedere attraverso un impalcato di protezione, che consentirebbe un minimo di transito in sicurezza, al fine di evitare un’insostenibile situazione che ha conseguenze economiche gravi sull’intero tessuto economico di tutto il sud della Provincia ed in particolar modo del comune di  Niscemi”.