Caltanissetta notizie, cronaca, attualità – Il Fatto Nisseno

Caltanissetta, l’entusiasmo dei giovani per la città: una piattaforma per condividere idee e progetti

CALTANISSETTA – Studenti universitari e professionisti, ricercatori, imprenditori e artisti. Giovani che operano in Italia, in Europa e nel mondo, insieme ai loro coetanei tornati a vivere a Caltanissetta, dopo aver acquisito un bagaglio di esperienze umane e culturali, intendono contribuire alla crescita della propria città con idee e progetti.
Circa cinquanta ragazze e ragazzi hanno partecipato all’incontro organizzato dall’Amministrazione martedì 2 gennaio 2018 nella Sala Gialla di Palazzo del Carmine. La partecipazione è stata ampia, qualificata e appassionata. A moderare l’incontro, condiviso dal sindaco Giovanni Ruvolo, gli assessori Pasquale Tornatore e Giovanni Guarino.
«Un brainstorming esteso alle migliori energie della città. Che non è soltanto quella delimitata dai confini del tessuto urbano ma può vivere nell’elaborazione e nei progetti di questi giovani che vogliono partecipare nonostante studino e lavorino fuori, spesso in settori ad alto valore tecnologico, culturale e formativo», afferma il sindaco Giovanni Ruvolo.

Tra i partecipanti all’iniziativa, docenti e ricercatori universitari, esperti in nuove tecnologie, musicisti, professionisti, manager e imprenditori. Questo primo incontro segna la creazione di un gruppo che lavorerà su una piattaforma condivisa, specializzandosi successivamente in aree tematiche tra le quali “tecnologia e innovazione”, “arte e creatività”, “salute e medicina”, “imprenditoria e turismo”, “finanza al servizio del territorio”.
«E’ un percorso aperto a cui altri giovani si potranno liberamente aggregare per valorizzare le eccellenze del territorio e le risorse umane, nella consapevolezza che lo sviluppo passa anche dalla visione moderna che solo i giovani possono avere», conclude il sindaco.

«Non pensavamo di ottenere questa ottima partecipazione, con 45 giovani registrati e numerosi altri presenti come uditori – afferma l’assessore alla cultura, Pasquale Tornatore -. E’ un risultato sorprendente».

«Questi giovani – prosegue Tornatore – stanno seguendo percorsi di studio e di lavoro eccellenti che danno contezza del patrimonio intellettuale che Caltanissetta possiede. Si è generato un clima positivo anche perchè è stata compresa la sincerità dell’iniziativa, che non ha nessuna connotazione politica. Essere riusciti a incontrare, ascoltare, mettere insieme e accendere l’entusiasmo di molti giovani, anche quelli un po’ sfiduciati, e in parte a ragione, rappresenta un’occasione da non perdere che ci carica di responsabilità nel dare corso all’iniziativa. Nei limiti delle proprie possibilità – conclude Tornatore – l’Amministrazione si impegna a creare le opportunità finanziarie con propri fondi, ma le maggiori disponibilità potranno arrivare in modo consistente con bandi europei, attraverso i progetti che usciranno dai laboratori di idee e progettazione».

Il primo passaggio operativo, dopo la riunione di martedì, è la creazione della piattaforma di condivisione e discussione tra i partecipanti che si sono registrati fornendo la propria mail. Seguiranno i gruppi tematici in modo da arrivare al periodo di Pasqua con un lavoro di analisi dei bisogni e di proposizione di idee progettuali da discutere in un nuovo incontro fisico per quella data e verrà stilato un manifesto.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore allo sviluppo economico e all’innovazione, Giovanni Guarino. «Bisogna adesso avviare i processi per acquisire le idee di queste persone di grande qualità, coinvolgendo la macchina Amministrativa ed in primis i dirigenti del Comune. Del gruppo fanno parte persone che possono aiutare anche dall’Estero, fornendo nuove prospettive per una visione futura del territorio».

«Entro la fine di questa settimana – prosegue Guarino – saranno creati i gruppi su cui si alimenterà il dibattito e la piattaforma di condivisione in cui elaborare progetti specifici. In parte sono stati già individuati gli assi strategici. L’obiettivo intermedio è l’elaborazione di proposte concrete sulle attività da intraprendere, a partire dalla partecipazione ai bandi comunitari, con l’individuazione dei soggetti che dovranno poi realizzare gli interventi. Se produciamo un progetto – conclude Guarino – dobbiamo conoscere chi lo porta a termine, chi lo gestisce e ne acquisire il management».

Hanno partecipato al primo incontro, tra gli altri: Annarita Giglia, Giuseppe Guarino, Graziano Guarino, Andrea Milan, Armando Turturici, Roberto Bonasera, Michael Gabriel Micciché, Giuseppe Giglia, Paola Sanfilippo, Pierluigi Miraglia, Luigi Falzone, Francesco Curione, Carla Sillitti, Paola Sillitti, Eva Campione, Daniela Battaglia, Simone Faraci, Michele Cigna, Sergio Zafarana, Ivan Ognibene, Eros Di Prima, Matteo Abbate, Daniele Di Palma, Antonello Alaimo, Vitalij Lega, Giulio Scarantino, Valentina Iachetta, Federica D’Antoni, Alberto Antonio Foresta, Manfredi Maria Anzalone, Alberto Calafato, Alberto Sardo, Alessandro Miccichè, Salvatore Irullo, Beatrice Irullo, Martina Alaimo, Alice Bifarella, Giuseppe Tomasella, Vittorio Alaimo, Assunta Giugno, Valeria Alaimo, Carlo Terrana, Angelo Giugno, Domenico Amico, Luigi Garbato.