Scuole, servizi per disabili: arrivano gli ispettori nelle ex province

Sul tema dei servizi di assistenza scolastica per i disabili nella commissione speciale d’indagine e di studio per il monitoraggio dell’attuazione delle leggi, di cui sono presidente, abbiamo dedicato sette sedute da maggio ad oggi per sollecitare tutti gli attori interessati, l’assessorato alla famiglia, l’ufficio scolastico, i liberi consorzi e le città metropolitane e per concertare tutte le azioni necessarie affichè i servizi di assistenza per i disabili fossero garantiti da subito in previsione dell’inizio di questo anno scolastico 2021/2022.

Sono le parole del Presidente della commissione speciale d’indagine e di studio per il monitoraggio dell’attuazione delle leggi on. Carmelo Pullara.

Durante le sedute della commissione –spiega il presidente- insieme ai colleghi componenti avevamo ottenuto tutte le rassicurazioni affinchè senza intoppi si potesse iniziare l’anno scolastico con la totale copertura e attivazione dei suddetti servizi per i disabili, anche in virtù degli ulteriori stanziamenti finanziari, 4 mln di euro, definiti con apposite norme dall’assemblea regionale e votate all’unanimità dai colleghi deputati.

Purtroppo, però, in alcune provincie e precisamente in quelle di Palermo, Catania, Trapani ed Agrigento i servizi non sono partiti del tutto o partiranno con notevoli ritardo e potrebbero non coprire tutto il fabbisogno degli studenti aventi diritto. Io personalmente sono stato più volte sollecitato dai genitori dei ragazzi disabili che hanno da più parti manifestato grosse lamentele denunciando un disservizio per una prestazione primaria molto importante per le famiglie di questi studenti.

Proprio durante la seduta della commissione, – continua Pullata – svoltasi l’8 settembre scorso, mettemmo a verbale che se gli enti preposti non avessero ottemperato, nei tempi definiti, all’attivazione dei servizi avremmo chiesto all’assessorato alla famiglia di predisporre l’invio degli ispettori presso i liberi consorzi. Ed è quello che sta avvenendo per le ex province di Palermo, Catania, Trapani ed Agrigento.

Io personalmente –conclude Pullara- insieme ai miei colleghi della commissione vigileremo affinchè tutti i servizi partano e vengano garantiti senza se e senza ma, nel più breve tempo possibile, per questo anno scolastico che è appena iniziato, dando una risposta importante per le famiglie dei ragazzi e per i lavoratori del settore che si dedicano e lavorano con abnegazione e professionalità.

Condividi
Pubblicato da
Redazione 2

Recent Posts

  • NEWS
  • News

Sale scintillanti o schermo del telefono? La sfida è aperta

Resi famosi dal cinema, gli ampi boulevard di Las Vegas e le decine di casinò aperti 24 ore su 24…

5 ore ago
  • Sicilia by Italpress

Maltempo senza tregua in Sicilia, un morto a Scordia. Allerta rossa

PALERMO (ITALPRESS) – Il maltempo continua a flagellare il Sud, in particolare il versante nord e orientale della Sicilia e…

6 ore ago
  • Top News Italpress

Draghi incontra Salvini, Lega “Evitare il ritorno alla legge Fornero”

ROMA (ITALPRESS) - Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato oggi pomeriggio a Palazzo Chigi il segretario della Lega,…

7 ore ago
  • Top News Italpress

Manovra, M5S “Draghi rispetti gli impegni sul cashback”

ROMA (ITALPRESS) - "Ora il Presidente Draghi rispetti gli impegni presi in Consiglio dei ministri: il cashback riparta dopo la…

8 ore ago
  • Fatti dall'Italia

Cybercrimine farmaceutico: Carabinieri oscurano 42 siti web. Vendevano anche farmaci per Covid

I Carabinieri del Comando per la Tutela della Salute hanno oscurato 42 siti web sui quali venivano promossi e offerti vari tipi…

9 ore ago
  • il Fatto Siciliano

Temporali in Sicilia: chiuso un tratto A18 per caduta massi

A seguito delle intense precipitazioni registrate nelle scorse ore in Sicilia, un masso di considerevoli dimensioni (del peso di circa…

9 ore ago