Scippa una donna ma viene riconosciuto da testimoni: arrestato

1

CALTANISSETTA- Nel tardo pomergio giorno di ieri,  gli agenti della   2^ sezione – criminalità diffusa, straniera e prostituzione “Cobra” della Squadra mobile, coadiuvati dai poliziotti delle volanti, hanno arrestato Salvatore Locascio, di 26 anni, ritenuto responsabile  del reato di rapina e di lesioni personali. Le indagini sono coordinate dal pm della Procura della Repubblica di Caltanissetta Elena Caruso.

Secondo le indagini Locascio, attorno alle 17,30in via Valenti, aveva rapinato una anziana, S.M., di 78 anni. La vittima, mentre si accingeva a tornare presso la propria abitazione,  è stata affiancata dal Locascio  che  a bordo di un ciclomotoreha tentato di sottrargli la borsa. Tentativo di scippo che non è riuscito visto che l’anziana donna ha opposto resistenza.  A questo punto la vittima è stata  spintonata ed è caduta  rovinosamente a terra; il malvivente, approfittando della circostanza, le ha strappato dal collo due collane in oro e, dopo avere sottratto la refurtiva, si è dato alla fuga in direzione della via Borremans.

L’anziana donna è stata dapprima soccorsa da alcuni passanti  che hanno assistito al fatto e successivamente è stata accompagnata da una pattuglia della polizia presso il locale pronto soccorso, dove i sanitari le hanno diagnosticato varie contusioni al corpo giudicandola guaribile in  quattro giorni.

Le immediate indagini degli uomini  della “Cobra”, hanno permesso di identificare in Salvatore Locacio l’autore della rapina.

A causa dell’azione improvvisa e dello shock sofferto, la vittima non è riuscita a vedere bene in viso il suo aggressore, per cui e’ stato fondamentale per la riuscita delle indagini il riconoscimento del rapinatore operato da alcuni testimoni che hanno assistito all’aggressione ed in particolare il racconto di un agente della polizia penitenziaria che ha osservato la scena. E proprio lui  lo ha riconosciuto in una fotografia. Altri due testimoni avevano invece annotato il numero di targa del ciclomotore, fornendo agli operatori di polizia numerosi dettagli riguardanti la corporatura del giovane, il ciclomotore, e la complessiva azione criminale.

1 COMMENTO

  1. Grazie ai nisseni che si sono distinti per il soccorso a mia madre. Avete dimostrato che non siamo omertosi ma onesti cittadini.
    Piero

Comments are closed.