Butera. Affidati dal Comune incarichi legali per il recupero dei crediti derivati dagli alloggi popolari.

0

BUTERA. Il sindaco Filippo Balbo ha nominato due legali per il recupero dei crediti che il Comune vanta per il mancato pagamento dei canoni di locazione degli alloggi popolari e per le spese legali di lite giudiziaria. Somme che ammontano a diverse decine di migliaia di euro e che l’amministrazione comunale intende recuperare in maniera coattiva. Per questa ragione ha nominato due legali. Si tratta dell’avv. Giuseppe Trigona e dell’avv. Aldo Giuseppe Bonadonna. I due legali dovranno procedere al recupero dei crediti per spese di liti e mancato pagamento dei canoni di locazione degli alloggi popolari. In precedenza, era stato deciso di adire l’Autorità Giudiziaria per il recupero coattivo delle somme dovute da diversi cittadini. Sono 10 i procedimenti per il recupero delle spese di lite, mentre sono 32 i procedimenti per il recupero dei canoni di locazione non pagati. Nel dettaglio, all’avv. Giuseppe Aldo Bonadonna sono stati affidati i procedimenti dal 1° al 5° per il recupero delle spese di lite e dal 1° al 16° per il recupero dei canoni di locazione non pagati dagli inquilini. All’avv. Giuseppe Trigona, invece, saranno affidati i procedimenti dal 6° al 10° per il recupero delle spese di lite, e dal 17° al 32° per il recupero dei canoni di locazione non pagati per come risultano agli atti dell’ufficio alloggi popolari. L’amministrazione comunale, contestualmente ha deciso di costituirsi in giudizio e adire l’autorità giudiziaria competente per materia per il recupero dei crediti vantati dal Comune. Tali crediti riguardano spese di giudizio per dieci sentenze di primo grado e d’appello, ma anche sentenze del Giudice di pace, del Tar e del Cga. Questi crediti, secondo quanto sostenuto dalla Giunta nella delibera del febbraio scorso, <non sarebbero stati riscossi nonostante il Comune abbia più volte invitato i diretti interessati a farlo>.