Caltaqua, #nongettarlo: entra nel vivo la campagna di sensibilizzazione sul corretto uso degli scarichi domestici

0

CALTANISSETTA – Un servizio idrico integrato che sia capace di dare risposte sempre più puntuali alle esigenze dell’utenza passa, anche, da un oculato e appropriato utilizzo non soltanto delle risorse ma pure delle infrastrutture di servizio.

E’ in quest’ottica che Caltaqua – Acque di Caltanissetta SpA, gestore del servizio idrico integrato per il territorio della provincia di Caltanissetta, ha avviato una nuova campagna di informazione e di sensibilizzazione, articolata su più livelli, focalizzando in questo caso l’attenzione sul corretto utilizzo degli scarichi domestici all’insegna dell’hastag #nongettarlo.

Locandine, pieghevoli, materiale divulgativo dedicato al mondo della scuola, comunicazione articolata su più livelli con il sito internet aziendale protagonista (https://www.caltaqua.info/comunicazione/campagne-di-sensibilizzazione/corretto-utilizzo-degli-scarichi-domestici), messaggi specifici rivolti all’utenza negli uffici di Caltaqua, stickers destinati ai servizi igienici di locali pubblici e uffici, oltre ad una serie di incontri dedicati che si stanno mettendo a punto e che coinvolgeranno in maniera preminente i giovani, sono alcune delle azioni che il management del Gestore sta mettendo in campo nel segno di una virtuosa e ormai collaudata azione di responsabilità sociale.

Il claim della campagna “Il water non è un cestino” in maniera immediata richiama, anche graficamente, il cuore del problema: arginare quella tendenza diffusa nella società odierna a fare nelle nostre case un uso improprio di alcuni prodotti che, se gettati negli scarichi domestici, attraverso la fognatura urbana, possono causare gravi danni all’ambiente e all’economia locale.

Gettare rifiuti inappropriati nel water o nel lavandino, giorno dopo giorno, può causare gravi danni per tutti. In fin dei conti basterebbe osservare attentamente poche raccomandazioni per evitare indesiderate ripercussioni ambientali (ma anche economiche) come ostruzione delle canalizzazioni, malfunzionamento e bloccaggio delle pompe, sovraccarico e intasamento delle griglie in entrata agli impianti di depurazione, aumento del volume dei fanghi, aumento dei costi di manutenzione.

OCCORRONO SOLO ALCUNI PICCOLI GESTI QUOTIDIANI

Non buttare nel WC i seguenti rifiuti poiché sono parzialmente biodegradabili e quindi dannosi per l’ambiente:

 *carta da cucina e fazzoletti usa e getta

 *mozziconi di sigaretta

 *precauzioni anticoncezionali in lattice

 *assorbenti e pannolini del bebè

 *dischetti struccanti, salviette struccanti e salviette del bebè oppure cerotti e garze

 *oli usati e avanzi di cotture grasse

 *farmaci

 *bastoncini per le orecchie con parti in plastica dura

 *avanzi di materiali da costruzione e vernici

 *animali morti.