San Cataldo. Il Comune obbligato a raggiungere il 65% della raccolta differenziata.

0

SAN CATALDO. S’è svolto a Palazzo delle Spighe un incontro per programmare l’incremento della raccolta differenziata in Città. Presenti all’incontro: il Sindaco Giampiero Modaffari (nella foto), l’Assessore all’Ambiente Angelo La Rosa, la Posizione Organizzativa dell’Ufficio Aro arch. Luigi Lauricella, il responsabile del servizio geom. Genco Russo, il responsabile della Polizia Municipale Ispettore Capo Pasquale Messina, il Segretario Generale dott. Andrea Varveri, il dott. Elio Cirrito Posizione Organizzativa per la gestione Finanziaria e l’attuale gestore del servizio rifiuti. L’incontro è stato organizzato a seguito di un’ Ordinanza emanata dal Presidente della Regione Siciliana del 28 febbraio 2018, che detta disposizioni per l’incremento della raccolta differenziata. Il primo cittadino al termine dell’incontro ha dichiarato: “ L’Ordinanza obbliga di raggiungere il 65% della raccolta differenziata, il mancato adempimento entro pochi mesi comporterebbe maggiori costi a carico dei Comuni. Considerato che gli impianti di compostaggio sono saturi, la Regione sta studiando l’opportunità di portare i rifiuti all’estero, facendo ricadere le spese sugli inadempienti in tema di differenziata. Il Comune parte da una differenziata del 47,17% media del 2017. A questo punto stiamo studiando l’ipotesi di ampliare il porta a porta, estendendolo a zone quali Santa Germana, Cristo Re e Mimiani”.

Condividi