Caltanissetta: per studenti del “Luigi Russo”, proiezione esclusiva del film “Sicilian Ghost Story”

0

CALTANISSETTA – Esperienza unica degli studenti del “Luigi Russo” di Caltanissetta, diretto dalla professoressa Maria Rita Basta, che hanno avuto l’opportunità di assistere alla proiezione esclusiva del film “Sicilian Ghost Story”, storia “romanzata” di un fatto purtroppo realmente accaduto in Sicilia negli anni ’90.

Un film forte e toccante, la vicenda del piccolo Giuseppe Di Matteo, figlio di un boss mafioso pentito, il quale viene rapito dagli ex-compari del padre al fine di far desistere quest’ultimo dal collaborare con la Polizia. Il ragazzo rimarrà prigioniero dei suoi rapitori per ben due anni e poi ucciso e sciolto nell’acido.

Il film, unico lungometraggio italiano ad inaugurare la “Semain de la Critique” a Cannes, e vincitore di prestigiosi riconoscimenti, ha tra i protagonisti, un giovane attore nisseno Andrea Falzone ed è stato diretto da due registi siciliani, Fabio Grassadonia e Antonio Piazza.

Quest’ultimi, presenti in sala per l’occasione, hanno interagito a lungo con gli studenti e i docenti dell’Istituto, rispondendo alle domande poste da entrambi con curiosità ed interesse.

L’attività ha suscitato nei presenti una forte emozione, sia per il contenuto dell’opera sia per il coinvolgimento emotivo dei due registi che sono riusciti a trasmettere, durante il dibattito, sentimenti di rabbia, di sdegno, di sgomento ma anche di speranza.

L’attività è stata coordinata dai professori Francesca Bennardo ed Edoardo Vagginelli in collaborazione con l’Associazione “Camurria” diretta da Danilo Napoli.