Sicilia, Pagano (Lega): “Ad Agrigento Tpl gratis per migranti, a pagamento per forze ordine”

0
A tre mesi dal'inizio della campagna elettorale delle regionali in Sicilia il centrodestra deve stringere i tempi. Trovare un candidato che abbia spessore politico, onestà, rispetto e, per quanto ci riguarda, anche visione autonomista, non è per niente facile. Ecco perché mai come adesso è opportuno non azzardare salti nel buio, che rischierebbero stavolta sì, di generare nuove e imperdonabili fratture. Trovare la quadra in così poco tempo è un'illusione.

“Immigrati gratis a bordo dei mezzi pubblici, mentre i poliziotti pagano. È la situazione allucinante che sembra accadere ad Agrigento. A quanto pare l’azienda comunale che gestisce il tpl agrigentino, la Tua, ha dato precise indicazioni agli autisti di non far pagare il biglietto agli immigrati per evitare disordini sugli stessi mezzi pubblici. Allo stesso tempo, però, le donne e gli uomini in divisa e nello specifico i poliziotti di quartiere, preposti a garantire appunto la sicurezza, devono pagare il ticket. E come loro, giustamente, anche tutti gli altri cittadini, anche tutti quegli agrigentini che vivono in grosse difficoltà economiche. Sarebbe tutto corretto se non fosse che ad essere discriminati, in questo caso, sono proprio gli italiani. Il sindaco e il questore sono a conoscenza di questa situazione? Se è vera la notizia, cosa hanno da dire in merito a queste disposizioni? Con la Lega e Salvini prima gli italiani e sempre dalla parte delle forze dell’ordine”. Così il deputato Alessandro Pagano della Lega-Salvini premier, segretario regionale Sicilia occidentale.

Condividi

Lascia un commento