San Cataldo. Approvato dalla Giunta il piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza.

0

SAN CATALDO. La Giunta comunale, guidata dal sindaco Giampiero Modaffari  ha approvato il piano triennale di prevenzione della corruzione per il triennio 2018/2020. L’obiettivo del piano approvato da parte dell’esecutivo comunale è quello di prevenire il rischio corruzione nell’attività amministrativa dell’ente con azioni di prevenzione e di contrasto della illegalità, incrementando la trasparenza, nella convinzione che la prima misura per prevenire la corruzione sia proprio quella di ampliare la conoscibilità verso l’esterno dell’attività amministrativa dell’ente verificando  la legittimità degli atti e contrastando l’illegalità. Il Piano prevede l’adozione di tutta una serie di misure da parte dell’amministrazione comunale che dovranno servire proprio per evitare che possano ingenerarsi tra i dipendenti casi di potenziale corruzione all’interno di uffici ai quali sono normalmente deputati i compiti tra i più delicati della pubblica amministrazione locale e che, proprio per questa ragione, rischiano di esporsi a situazioni di potenziale corruzione o illegalità. In particolare la  previsione è che nel triennio di riferimento del Piano occorre mettere in campo ogni azione utile, anche attraverso software e strumenti da acquistare, per implementare la mappatura dei processi, corredandola con una analitica descrizione delle fasi e/o delle attività da parte dei Responsabili di Settore/Servizi/procedimento analizzando, se possibile, il rischio correlato a ciascuna fase/processo/procedimento; – alla luce della riorganizzazione dell’Assetto strutturale dell’Ente, deve essere esteso il ruolo di vigilanza sull’osservanza delle norme in materia di inconferibilità e incompatibilità dei responsabili di Settore/Servizi/procedimento in osservanza delle disposizioni e della disciplina contenute della Deliberazione dell’Anac n. 833/2016. Si prevede di rafforzare infine le previsioni, i compiti, i ruoli, ed i soggetti responsabili delle attività legate alla Trasparenza, dalla pubblicazione delle informazioni e dei dati sul sito istituzionale dell’Ente, ed in particolar modo sul link “Amministrazione Trasparente”, nonché le previsioni per gestire l’accesso civico e l’accesso civico generalizzato”.

 

 

Condividi