Gela, uomo aggredito da branco di cani randagi: ferite curate con oltre 30 punti di sutura

1

GELA – Aggredito da un branco di randagi, un uomo e’ finito all’ospedale con gravi ferite su tutto il corpo. Momenti di paura oggi a Gela, in provincia di Caltanissetta, per un 47enne. L’uomo, mentre stava passeggiando in via Rio De Janeiro, nel quartiere Macchitella, prima e’ stato accerchiato da dei randagi e poi e’ stato violentemente azzannato.
A mettere in salvo il malcapitato l’intervento di un’automobilista, il quale ha utilizzato il clacson della propria macchina per mettere in fuga gli animali. La vittima ha riportato profonde ferite a una coscia e ad una spalla. Al 47enne, soccorso e trasportato all’ospedale Vittorio Emanuele, sono stati applicati piu’ di 30 punti di sutura. Le sue condizioni, seppur gravi, non destano preoccupazioni. La zona in cui si e’ verificata l’aggressione da tempo e’ diventata pericolosa per via dell’alta presenza di branchi di randagi.

Condividi

1 COMMENTO

  1. Hic lupi illic canes.
    Forse bisogna decidere se la vita umana vale più di quella degli animali randagi, che non sono esattamente degli “eroi”.
    Ma che te lo dico a fa’…

Comments are closed.