Sicilia, rifiuti. Musumeci: “A settembre non ci sarà più dove metterli. Sciogliere comuni inadempienti”

1

PALERMO – “A Bellolampo c’e’ la crisi piu’ grave ma sullo sfondo la crisi e’ generalizzata. Tutte le discariche siciliane sono prossime al collasso. Abbiamo a disposizione due milioni di metri cubi di spazio. Se pensate che ogni giorno alle discariche arrivano 5 mila tonnellate di rifiuti, e’ sufficiente fare un piccolo calcolo per capire che a settembre non avremo piu’ dove mettere i rifiuti in tutta la Sicilia”. Lo ha detto il governatore della Regione Siciliana Nello Musumeci incontrando i giornalisti a Palazzo d’Orleans.

In Campania e’ successo quello che in Sicilia non e’ mai successo: di fronte alle inadempienze dei Comuni, il commissario Bertolaso provvedeva allo scioglimento dei Consigli comunali. Chiedero’ la dichiarazione dello stato di emergenza ambientale limitatamente alla discarica di Bellolampo e all’intervento sui comuni inadempienti. Dobbiamo fare spazio nella vasca 6 per qualche migliaio di tonnellate e procedere con la realizzazione della vasca 7. Secondo le norme ordinarie ci vorrebbero diversi mesi – ha concluso – ma con i poteri straordinari i tempi potrebbero essere accorciati“.

Condividi

1 COMMENTO

Lascia un commento