Trading online: sempre più apprezzati i CFD

0

L’interesse degli italiani per le varie forme di trading online è in costante aumento. Del resto gli strumenti finanziari utilizzati per il trading online permettono a chiunque di investire, anche a chi ha a disposizione capitali non elevatissimi. Inoltre grazie a strumenti quali le opzioni binarie o i CFD si ha la possibilità di investire in tanti ambiti diversi, spesso senza dover cambiare piattaforma. Qualche informazione in più la si può trovare su questa semplice guida ai CFD.

Il trading online
Il metodo più classico di investimento consiste nell’acquistare un bene per poi rivenderlo; lo si fa con i titoli azionari, ma anche con le case o le opere d’arte. Per poter guadagnare in questi modi è necessario vere a disposizione ampie quantità di denaro e anche poterlo lasciare “immobile” nell’investimento per giorni, settimane o anche mesi. Chi investe in un’abitazione, ad esempio, può dover  sborsare anche più di 100.000 euro per l’acquisto iniziale, per poi attendere anche anni per rivendere il bene e ottenere un guadagno. Con gli strumenti finanziari utilizzati per il trading online stiamo invece parlando di investimenti con basi minime di poche decine di euro, che si chiudono in pochi minuti, ore, o al massimo giorno. Quindi sborsando cifre non necessariamente altissime, si possono ottenere dei guadagni, a volte molto alti, dopo pochi minuti. Il rischio è elevato, perché nel caso in cui l’affare non vada a buon fine si perde buona parte del capitale, ma volendo lo si può spalmare su tanti diversi piccoli affari, ottenendo guadagni di tutto rispetto.

I CFD
CFD è un acronimo che sta per Contract For Difference, contratti per differenza. Stiamo parlando di un interessante strumento finanziario che permette di negoziare al rialzo o al ribasso un prodotto derivato, che replica in tutto e per tutto l’andamento di un bene sottostante. Questo tipo di strumenti sono utilizzati per il trading online di qualsiasi bene, dai titoli azionari fino all’oro o alle valute straniere. Gli ambiti in cui sono particolarmente sfruttati i CFD sono il Forex e il mercato delle materie prime, ma volendo si può negoziare in CFD che si riferiscono agli indici di borsa o ad altri asset sottostanti. L’investitore non acquista nulla, invece specula sull’andamento della quotazione di un qualsiasi asset a sua scelta. Grazie a questo metodo di investimento si può guadagnare sia quando le quotazioni salgono, sia quando scendono, cosa che garantisce una minore probabilità di fallimento.

Perché usare i CFD
Sono diversi i vantaggi dei CFD per l’investitore. Come primo elemento abbiamo visto la possibilità di guadagnare indipendentemente dall’andamento dei mercati. Oltre a questo spesso si usa negoziare in CFD per quei beni che hanno un costo unitario molto elevato, si pensi ad esempio alle azioni Apple o ai bitcoin. Per investire in questi beni si devono avere a disposizione capitali di un certo peso, che non tutti si possono permettere di immobilizzare in un investimento. Con i CFD invece anche chi ha a disposizione solo poche centinaia di euro può tranquillamente decidere di investire in beni dal costo elevato, ottenendo anche un guadagno importante.

Condividi