Sergio Cirlinci: “Capodanno … ‘vuoto’, Amministrazione che mortifica i nisseni”

0

CALTANISSETTA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Anche il 31 dicembre, l’ultimo giorno dell’anno, l’amministrazione comunale riesce a deludere i nisseni. Si conclude infatti nel silenzio, fuochi di artificio a parte, il 2017 a Caltanissetta. Silenzio e desolazione la faranno da padrona anche in questo ultimo giorno dell’anno in centro, dove nessun evento è stato organizzato. Ormai è tradizione per questa amministrazione non riuscire a racimolare un po’ di soldi per consentire ai nisseni un momento di aggregazione e svago a gratis. Complimenti ai nostri amministratori tutti, che al contrario di quanto succede in tantissimi altre città del mondo organizzano un momento di puro divertimento in Piazza, complimenti anche a coloro che dovrebbero fare opposizione che continuano a non far nulla per staccare la presa a quella che loro stesso definiscono essere una della peggiori amministrazioni che Caltanissetta ricordi, opposizione che riesce pure a farsi mortificare dalle parole di chi, senza mezzi termini, li ha etichettate come persone che si preoccupano dello stipendio da consiglieri. Questa amministrazione non organizzando nulla ha mortificato ancora una volta i nisseni dimostrando anche, con tutta l’organizzazione del Natale, di fregarsene della città e dei tanti cittadini che, non potendosi magari permettere un veglione, avrebbero partecipato ad un evento gratuito in Piazza. Ma questi ci siamo scelti e questi dobbiamo sorbirci sino al giugno 2019, con l’augurio che non ci dimentichiamo di questi personaggi al momento di future elezione. Colgo l’occasione per augurare a tutti un 2018 migliore, sotto ogni aspetto, con l’ augurio che possiamo anche noi partecipare e contribuire alla rinascita della città da semplici cittadini, iniziando a collaborare ad esempio nel rispettare le regole del vivere civile ed essere più collaborativi, anche se spesso ci si trova davanti alle tante storture di un’amministrazione sorda o poco efficiente. La città è nostra e dobbiamo riprendercela vivendola innanzitutto, sentirla nostra; loro andranno via, lasceranno il vuoto, toccherà ai futuri amministratori raccogliere i cocci e ripartire….sperando di non incappare nell’ennesima delusione. Auguri a tutti.

Ad Maiora Sergio Cirlinci

Condividi