Niscemi, emessa ordinanza sindacale che vieta “botti”. Il sindaco Conti: “Invito a brindare al nuovo anno con civiltà”

0

NISCEMI – Al fine di salvaguardare l’incolumità dei cittadini,  degli animali di affezione e la pubblica sicurezza, il sindaco Massimiliano Conti, ha emesso un’ordinanza con la quale vieta dal 31 dicembre al 6 gennaio l’utilizzo di petardi e di artifici pirotecnici di qualsiasi genere in tutto il territorio comunale.

Per consuetudine e tradizione infatti, le festività di fine anno, vengono celebrate specialmente nella tarda serata di San Silvestro, con il lancio e lo sparo di petardi, l’esecuzione di fuochi d’artificio e l’esplosione di botti di qualsiasi genere, che possono causare sia alle persone che li maneggiano che ad altre, danni fisici e mutilazioni gravi, nonché rischi per la vita umana.

Motivi per i quali il sindaco Masssimiliano Conti (nella foto), a garanzia della pubblica incolumità e sicurezza, ha emesso l’ordinanza che vieta categoricamente in città, nelle zone periferiche e di campagna, lo sparo di mortaretti e l’esecuzione di fuochi d’artificio di qualsiasi genere anche ammessi alla libera vendita.

A causa degli effetti fortemente luminosi e dei rumori determinati dalle deflagrazioni,   i botti di fine anno provocano come è consuetudine la paura degli animali di affezione, come cani e gatti, i quali oltre a rischiare lesioni e spaventati, possono scappare dalle abitazioni e determinare problematiche di varia natura, tra le quali anche il rischio di incidenti stradali.

La violazione dell’ordinanza sindacale, comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa da 25 a 500 Euro, nonché il sequestro del materiale pirotecnico utilizzato ed illecitamente detenuto.

“Invito tutta la popolazione al buon senso” dice il sindaco Massimiliano Conti,”ed a trascorrere le festività di fine anno brindando serenamente e senza che possano verificarsi tragedie, dispiaceri, danni e lesioni a persone ed animali. Porgo per l’occasione gli Auguri di un Felice Anno nuovo a tutta la popolazione, invitandola a collaborare ed a dissuadere eventualmente amici e familiari che hanno l’intenzione di eseguire i botti di Capodanno”.

Condividi

Lascia un commento