Mussomeli, costituita sezione dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia). L’intervista video

0

MUSSOMELI –  Nella mattinata di ieri, venerdì 29 dicembre, alle ore 11.00, presso la sala riunioni della Camera del Lavoro di Mussomeli, si sono riuniti i soci dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Mussomeli per la costituzione della locale sezione dedicata alla memoria di tutti i combattenti, i deportati e i partigiani che si sono opposti al nazifascismo per fare nascere la Democrazia in Italia. Per l’occasione era presente il presidente provinciale Anpi Giuseppe Cammarata. Con il verbale di costituzione, alla presenza dei soci aderenti, sono stati nominati i componenti del direttivo: presidente del comitato di sezione Tonino Calà, vice presidente Mauro Di Bartolo e segretario Mario Geraci. Altresì, è stata redatta una programmazione delle attività da svolgere: ricerche storiche sui deportati nei campi di lavoro e sui partigiani della Resistenza nel periodo bellico; iniziative pubbliche con scuole e istituzioni nella ricorrenza di date celebrative dedicate alla resistenza e alla nascita della democrazia: 27 gennaio Shoah, 25 aprile festa della Liberazione e 2 giugno festa della Repubblica; progetti educativi e culturali sulla Memoria della resistenza con scuole e istituzioni; una rassegna cinematografica e documentaristica sulla Resistenza; mostre e iniziative culturali sul valore democratico e antifascista della nostra Costituzione Italiana; promozione e valorizzazione dei testimoni caduti e viventi della guerra e della resistenza; creazione di una pagina Facebook e altri social da parte della locale sezione Anpi di Mussomeli che è stata denominata “Bella ciao”, una canzone di lotta e di liberazione patrimonio dell’intera umanità.  A seguito della sua nomina il neo presidente Tonino Calà – in una sua nota – ha dichiarato: “A distanza di 70 anni e in considerazione di questo tempo di “crisi” etica e socioeconomica, bisogna riaffermare con volontà e determinazione i principi e i valori di libertà ed uguaglianza presenti nella nostra Costituzione. Oggi, valgono ancor di più, per la particolarità del caso italiano, i valori anti-fascisti e democratici della nostra Repubblica, ossatura ed identità nazionale della nostra Storia e della nostra gente. Non guardiamo alla corruzione e alle degenerazioni del nostro sistema politico, laddove i partiti e i movimenti si battono unicamente per realizzare posizione di vantaggio. Scopo dell’associazione locale, che non si identifica in alcun partito o movimento politico, è quello di promuovere una sana cultura della democrazia”.

Condividi