Mussomeli, Black out nell’aula consiliare “Francesca Sorce” e gli auguri natalizi della Asd “Don Bosco”

0

MUSSOMELI – Puntuali alle 19, nella serata del 22 dicembre 2017, e  i posti dell’aula consiliare “Francesca Sorce” erano, già, tutti occupati  fra il gran vocio dei numerosi  bimbi e ragazzi  calciatori della “Don Bosco”  che man mano raggiungevano il luogo del raduno, per il consueto scambio di auguri di Natale. Un’aula consiliare gremita, dunque,  raramente così affollata nelle normali adunanze istituzionali, mentre la dirigenza sportiva era impegnata nelle incombenze relative all’accoglienza e allo svolgimento dell’incontro. Tutto, organizzativamente, predisposto;   l’improvviso ed inaspettato black out, soltanto nell’aula consiliare,  ha fatto elevare il vocio dei ragazzi ed, evidentemente, ha suscitato il disappunto della dirigenza della squadra Don Bosco, intenta a seguire l’avvio dell’incontro. Immediata è stata la disponibilità di qualche elettricista presente in sala, come Salvatore Corradengo, che ha tentato un suo primo intervento nella individuazione del guasto, non risolvendo, tuttavia, il problema. Intanto il black out continuava e la dirigenza sportiva, supportata direttamente dal sindaco Catania, trovava la soluzione sostitutiva con il ricorso all’utilizzo di alcuni fari, appunto, per illuminare la sala e dare inizio al previsto incontro, già protratto e con evidenti segni di impazienza da parte di alcuni genitori. Presenti il sindaco Catania, l’assessore Seby Lo Conte, tutta la dirigenza  della “Don Bosco” col suo presidente Angelo Lo Conte, il coordinatore Nino Lanzalaco, l’assistente ecclesiastico don Leonardo Mancuso, invitato dal presidente a dare il saluto di benvenuto a tutti i presenti. “Sono contento”, ha detto Padre Leonardo, di trovarmi in mezzo a Voi”, e riferendosi al temporaneo disagio in atto del black out,  non voglio prolungare quello che è il segno dei piccoli disagi, ai quali dobbiamo abituarci, del resto fanno parte della nostra vita e sono nel contesto del nostro cammino”  Ha esternato il suo pensiero sulla condivisione ed ha aggiunto:” Cosa vogliamo augurare a tutti. Innanzitutto la crescita; vedo tanti bambini, sono la premessa e la promessa della nostra vita e, soprattutto, ai responsabili che hanno questo compito di guidare. Quindi, la docilità, perché non ci può essere condivisione senza docilità”. “Grazie Padre Leonardo, ha detto il sindaco Catania, per le sue parole che sono assolutamente non solo doverose e, debbo dire,  necessarie in questo tempo particolare e in questo momento particolare” . E riferendosi, anche lui,  al black out che stava pregiudicando lo svolgimento della serata, ha sottolineato che il lavoro di squadra messo in atto in questo frangente, è servito a controbattere quello che erano le condizioni avverse, mentre se ci fossimo arresi, ha continuato il primo cittadino Catania,  questa sera non avremmo potuto scambiarci gli auguri, invece, questa capacità di reagire, anche a condizioni che possono essere un po’ più avverse del solito, ci ha permesso di scambiarci questi auguri. Ed è per questo che io ringrazio l’Asd Don Bosco, quindi, la dirigenza della Don Bosco, ringrazio tutti coloro che, all’interno della Don Bosco,  si prodigano per consentirvi di fare gli allenamenti, di stare insieme e di giocare le partite”. Il coordinatore della “Don Bosco” Nino Lanzalaco, nel suo intervento, si è scusato coi genitori dell’inconveniente ed ha ringraziando Michele Frangiamore e Salvatore Corradengo  per il loro l’intervento, risolvendo il guasto,  poco dopo l’inizio dell’incontro. Sono proseguiti i reciproci scambi di auguri e l’assaggio di panettone.

Condividi