Michele Mancuso (FI), tetto stipendi: “Figuccia eviti di parlare alla pancia delle persone, la norma scade il 31 dicembre e deve essere ridiscussa. Il Governo è attento all’efficienza dell’Aministrazione”

0

PALERMO – Michele Mancuso, deputato di Forza Italia, torna a sottolineare la ricerca di qualità ed efficienza che animano tutte le scelte del governo della regione. “Lavorare seriamente e concretamente, evitando di parlare alla pancia delle persone”, il forzista, torna sulle parole dell’assessore ai rifiuti Vincenzo Figuccia che ha criticato il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè sui superstipendi.

Mancuso chiarisce: “E’ bene si sappia che l’accordo sui tetti da 240 mila euro ai dirigenti scade il 31 dicembre e deve comunque essere ridiscusso, che riguarda l’amministrazione dell’Ars e che tutte le scelte, che sono compiute dalla compagine governativa, sono dettate dalla costante preoccupazione di migliorare la produttività dei servizi. Figuccia, che è già stato redarguito anche da Giuseppe Naro commissario regionale dell’Udc, tenga a mente che adesso non è più all’opposizione; si concentri maggiormente sulle attività che possono incidere concretamente sulla quotidianità dei siciliani che aspettano soluzioni reali ai molti problemi che affliggono la nostra isola. Ogni volta che un siciliano getta un sacchetto d’immondizia, ‘getta’ 5 euro: questo è un macigno che pesa sulle nostre spalle, a Figuccia non mancano i problemi reali di cui occuparsi”.

Condividi

Lascia un commento