Michele Mancuso (FI), in due commissioni: bilancio e Formazione e Lavoro. “Sfrutterò al meglio le mie competenze professionali, anche per aiutare il mio territorio. Nel lavoro servono soluzioni concrete per risolvere casi annosi come quello dell’Ipab di Caltanissetta”

0

Si è conclusa ieri pomeriggio, mercoledì 27 dicembre, la composizione delle commissioni parlamentari dell’Ars. Michele Mancuso, deputato di Forza Italia, è stato inserito nella commissione Bilancio (bilancio e programmazione, finanze, controllo della spesa regionale, ed extraregionale, credito e risparmio), della quale sarà anche Segretario e nella commissione Formazione e Lavoro (pubblica istruzione, beni ed attività culturali, lavoro, formazione professionale, emigrazione)

Michele Mancuso, soddisfatto, ha dichiarato: “Si tiene fissa la barra del timone sulle competenze, così può essere letto il mio approdo in commissione Bilancio: potrò dare massimo apporto, considerata la mia attività professionale di consulenza aziendale e la mia formazione, laurea in economia. Confrontarsi con le materie del bilancio consente una visione integrale del panorama della vita dell’isola e della necessaria programmazione utile a sostenerne i servizi ed implementare la ripresa economica. Essere stato nominato segretario, di questa importante commissione, rende la mia azione ancor più incisiva, interessante, impegnata e sull’impegno si fonda la mia azione politica per il mio territorio”.

Mancuso “mostra” come il legame con il territorio sia elemento trainante della sua azione: “In Commissione lavoro, dovremo confrontarci con il mondo della formazione professionale, dei precari, delle Onlus, delle Ipab: ‘soffre’ chi oggi svolge un ruolo prezioso ed insostituibile nel lenire la sofferenza altrui. Come ad esempio non citare l’annoso caso del’Ipab Caltanissetta. Il lavoro, per adesso, è un mondo ricco di disagio. Sarà utile il confronto con i sindacati, con le associazione di categoria, per trovare soluzioni concrete. La concretezza è elemento imprescindibile per dare vita al tanto sospirato rilancio”.

 

Condividi

Lascia un commento