Gela, secondo furto in gioielleria: commerciante dice addio a città

0

GELA – Seconda rapina in meno di un anno per un gioielliere di Gela, in provincia di Caltanissetta.
Cinque malviventi, tutti incappucciati, stamane, si sono introdotti nel negozio di preziosi di Rosario Gueli, in via Cairoli. Il gioielliere e’ stato aggredito. Due ladri, secondo una ricostruzione del commerciante, lo hanno immobilizzato, ed un terzo lo ha colpito con un pugno alla testa. Mentre, intanto, gli altri due hanno ripulito la cassaforte, aperta pochi minuti prima per aggiornare l’allestimento della vetrina. Non e’ la prima “visita” che riceve la gioielleria di via Cairoli.
Gia’ a febbraio, in un’azione quasi identica, Gueli era stato derubato. Ma il nuovo episodio stavolta ha spinto il commerciante ad annunciare l’addio alla sua attivita’. “Chiudo e vado via – dice l’esercente – non e’ possibile restare aperti e lavorare in questa citta’”. Sulla rapina indagano i Carabinieri del locale Reparto territoriale, che hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza.

Condividi

Lascia un commento