Caltanissetta, l’atto d’amore di “Giulietta e Romeo 1.1”: secondo il coreografo Roberto Zappalà

0

Il 2017 del teatro nisseno si conclude con lo spettacolo  della Compagnia Zappalà Danza, una reinterpretazione del progetto “La sfocatura dei corpi”del 2006. Teatro Regina Margherita, Caltanissetta, giovedì 28 dicembre ore 20.30

Il 2017 del Teatro Regina Margherita di Caltanissetta si conclude con lo spettacolo di una delle più prestigiose compagnie di danza, la Compagnia Zappalà Danza del coreografo catanese Roberto Zappalà che  giovedì 28 dicembre alle ore 20.30 porta in scena sul palcoscenico nisseno “Romeo e Giulietta 1.1”, con i danzatori Gaetano Montecasino e Valeria Zampardi.
La stagione firmata da Moni Ovadia e organizzata dal Comune con il supporto di Crodino e Caltaqua propone il lavoro che è una rivisitazione e reinterpretazione del progetto “La sfocatura dei Corpi”, dedicato alle figure di Romeo e Giulietta, che la Compagnia Zappalà Danza ha portato in scena per la prima volta nel 2006. Cosa ci fa sentire sfocati, quando ci sentiamo sfocati? Tecnicamente, (in ottica, fotografia, cinema), la sfocatura è una questione di distanza. La distanza tra il centro focale dell’obiettivo e “l’oggetto” inquadrato; se questa distanza è inferiore o superiore ad una certa misura l’oggetto risulta, appunto, sfocato. Riportando tutto ai due amanti di Verona ci sentiamo sfocati quando “percepiamo” che la distanza tra noi e il mondo, tra noi e l’amato non è quella giusta. Quando siamo, ci sentiamo, o semplicemente crediamo di essere troppo vicini, o troppo lontani, siamo tutti Romeo e Giulietta. Nella versione 1.1  – che fa parte del nuovo progetto “Antologia” con cui si intende recuperare i lavori più interessanti che hanno lasciato un segno nel tempo e nella costruzione della linea coreografica di Zappalà e della compagnia – il coreografo ha spostato la propria messa a fuoco, concentrandola più che sulla coppia  di innamorati, sulla loro individualità di esseri che vivono singolarmente un disagio soprattutto sociale. Nelle note vicissitudini shakespeariane si arriva all’amore sublimato dalla morte (e viceversa),  la versione 1.1   vuole  riflettere e al contempo “ribellarsi” ad un tempo storico (oggi) dove la pulsione di morte è sublimata solo da se stessa e contrapporle passione  e rispetto nei confronti della vita. Quella di Roberto Zappalà è una riproposizione di Romeo e Giulietta che non vuole “parlare” d’amore, ma essere un atto d’amore verso la vita.

Giovedì 28 dicembre ore 20.30

ROMEO E GIULIETTA 1.1
Compagnia Zappalà Danza

Coreografie, regia, luci e costumi Roberto Zappalà
Interpreti Gaetano Montecasino, Valeria Zampardi
Musica Pink Floyd, Elvis Presley, Luigi Tenco, José Altafini, Mirageman, John Cage, Sergei Prokofiev
Testi a cura di Nello Calabrò

Direzione tecnica Sammy Torrisi

Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza – Centro di Produzione della Danza

in coproduzione con Orizzonti Festival. Fondazione, in collaborazione con “Le Mouvement Mons” Festival (Belgio), con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Siciliana Ass.to del Turismo, Sport e Spettacolo

INFORMAZIONI

Inizio spettacoli ore 20.30 Botteghino: tel. 0934 547034, 0934 547599, 3668081037

Biglietti : da 20 a 8 euro,  possono essere acquistati con la Carta dei docenti e i bonus 18app