Bitcoin: bolla speculativa o opportunità di guadagno

0

Sono molte le fonti di informazione che ci parlano quotidianamente dei bitcoin. Si tratta della prima criptovaluta inventata al mondo, ormai nel “lontano” 2009. Oggi 1 bitcoin in euro vale varie migliaia, con un aumento del suo valore che è stato di 10 volte nel corso del 2017. Questa performance sembra continuare nel corso del tempo, cosa che porta un numero crescente di risparmiatori ad investire in bitcoin, creando una realtà simile a un serpente che si morde la coda.

Cosa sono i bitcoin e quanto valgono
I bitcoin sono delle monete elettroniche, create da un fantomatico personaggio di cui non si conosce con precisione l’effettiva identità. L’invenzione di Bitcoin è stata una vera e propria rivoluzione in ambito finanziario, che è però rimasta silente per anni. Al momento della nascita un bitcoin valeva pochi spiccioli, centesimi di dollaro, ma il valore delle criptovalute è correlato esclusivamente alle leggi di mercato, quindi più i risparmiatori desiderano investire in bitcoin, e maggiore è il loro effettivo valore. Tanto che ad oggi sfiora i 10.000 dollari, per un singolo bitcoin. Chi ha avuto fiducia in queste nuove monete e ne ha acquistate in passato, si trova oggi con un gruzzolo non indifferente, fatto che continua ad alimentare la richiesta di bitcoin, portando ad un regolare aumento del loro valore. Chi ne ha acquistati in estate, già oggi li può rivendere ottenendo un guadagno decisamente interessante.

Come investire in bitcoin
L’investimento classico in criptovalute consiste nel comprane un certo numero. Per farlo è necessario avere un account su un sito di cambio, Exchange in inglese. Su questi siti è possibile acquistare bitcoin al prezzo di mercato del momento, conservarli nel proprio portafogli elettronico, per poi rivenderli, sempre tramite il sito stesso. Certo è che il valore di un singolo bitcoin spaventa molti: anche solo per comprarne alcuni, diciamo 7-8, si deve investire un capitale pari al valore di un piccolo appartamento. Per questo molte persone stanno cercando di cavalcare l’onda dei bitcoin acquistando altre criptovalute, create dopo la prima. Stiamo comunque parlando di investimenti interessanti, perché anche il valore delle altre criptovalute è in regolare aumento e si può anche sfruttare il loro “costo” iniziale, che ammonta a cifre maggiormente raggiungibili.

Trading online con i bitcoin
Un altro modo per investire in bitcoin consiste nell’approfittare delle speculazioni disponibili sui siti di trading online. In questo caso non si acquistano criptovalute, ma si negoziano i CFD, Contract for differente. Il loro valore replica in tutto e per tutto quello dell’asset sottostante, in questo caso i bitcoin, ma si basano su un principio diverso: il guadagno viene dalla corretta previsione dell’aumento o della diminuzione del loro valore. Oltre a questo è possibile sfruttare la leva finanziaria, cosa che consente anche a chi ha capitali non eccessivamente elevati di investire in questo campo. Con una leva del 100 o del 400%. Anche con cifre non elevatissime è possibile acquistare CFD che replicano l’andamento dei bitcoin, senza esporsi per cifre molto importanti, ma ottenendo comunque dei guadagni di tutto rispetto.

Condividi