Solo Caltanissetta: “Campagna elettorale meschina contro il governatore Musumeci”

2

CALTANISSETTA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Abbiamo assistito in questi giorni ad una campagna elettorale meschina, basata su attacchi personali  da parte di un movimento illibato rivoluzionario nei confronti del neo Presidente della Regione Nello Musumeci. La macchina del fango contro lo stesso è stata messa in piedi andando a scandagliare indegnamente anche la vita personale, politica e professionale alla ricerca di chissà quale scandalo. Purtroppo per loro non hanno trovato nulla ed oggi queste stesse persone stanno implodendo nella loro collera e nella loro bile velenosa. Stanno delirando e pur a costo di falciare il consenso che è fortemente presente nei confronti dell’uomo Nello, hanno deciso di continuare ad inventarsi storielle e dire ogni porcheria sul suo conto:”SI VERGOGNINO”. Tutte calunnie ordite per creare una campagna diffamatoria nei confronti di chi, da sempre  è stato dalla parte della gente con impegno ed onestà credibile. Quello della calunnia e dell’insulto, rispolverato in questi giorni nella nostra collettività, non ha colpito solamente il vincitore ma anche, in particolare, l’elettore pro Musumeci. Lo stesso è stato accusato di connivenze mafiose,  corruzione, pochezza e d’ignoranza, con le solite manifestazioni d’intolleranza e ribrezzo da parte di alcuni scalmanati brillanti perdenti. Fortunatamente sono manifestazioni condannate dalla stragrande maggioranza dei Siciliani i quali hanno capito che oggi, chiunque voglia seriamente formarsi un criterio su fatti o persone, si basa su questioni concrete e non su “chiacchiericci”. “Getta fango sul personale che qualcosa resta” è la strategia di chi non ha argomenti da proporre ed esaminare. Come si dice in questi casi “non ti curar di loro guarda e passa” perché la Sicilia merita di più del vostro fango.

Solo Caltanissetta, Vincenzo Mattina e Claudio Terrana

Condividi

2 Commenti

  1. Ma vi dovreste vergognare voi che appoggiate una coalizione con all’interno il simbolo della lega che fino a ieri sperava che l’Etna eruttasse fino a sommegerci.
    Che ha come leader un soggetto che è stato condannato per evasione fiscale, reato per il quale negli USA si va in galera e si butta la chiave.
    Vorrei capire di che cosa dovrebbero vergognarsi persone che cercano di cambiare un sistema marcio dominato sempre dalle stesse persone da trent’anni a questa parte.
    Populismo, ma sapete chi è stato il primo populista sulla terra, Gesù, e non mi sembra che dicesse cose di cui vergognarsi.
    Mi auguro che questo governo faccia bene ma ho serie difficoltà a pensare che ciò avvenga, viste le premesse.
    N.B. se la Sicilia si trova in condizioni pietose non è certo per colpa del M5S, ma della destra e della sinistra che l’hanno governata da sempre.

Lascia un commento