Sicilia: indagine su ente gestito da deputato Rizzotto della Lega,”non so nulla”

0

Il neo deputato assicura: “Non ho ricevuto nulla”. Sotto inchiesta per adesso c’e’ l’ente che fino a luglio era presieduto da Antonino “Tony” Rizzotto, mentre il primo leghista all’Assemblea regionale siciliana non risulta indagato: e’ pero’ per l’ammanco da oltre un milione di euro dell’Isfordd, istituto di formazione per disabili e disadattati sociali, che indaga la Guardia di Finanza, col nucleo di Tutela della spesa pubblica. Il denaro, destinato a pagare stipendi e altre spese per il funzionamento dell’istituto, sarebbe cioe’ misteriosamente sparito nel nulla: da qui l’inchiesta, con le ipotesi di peculato e appropriazione indebita, formulate dal procuratore aggiunto di Palermo Sergio Demontis e dal sostituto Maria Teresa Maligno, che hanno aperto un fascicolo per adesso contro ignoti. Rizzotto ha detto di non avere “ricevuto nulla”, cosa che non sarebbe incompatibile con una sua eventuale iscrizione nel registro degli indagati; ma quest’ultima circostanza viene esclusa con decisione da fonti investigative e inquirenti. “Allo stato”, pero’: cioe’ per adesso, visto che sono in corso accertamenti estremamente complessi su quanto denunciato dai dipendenti dell’ente, uno dei tanti della miriade appartenenti al variopinto mondo della formazione siciliana, gia’ al centro di numerose indagini della Procura della Repubblica e della Procura della Corte dei conti.

Condividi

Lascia un commento