Sicilia: altri denunciati nel Siracusano, casi a Ragusa e Messina

0

PALERMO – Due uomini di 40 anni di Canicattini (Siracusa) sono stati sorpresi e denunciati dai carabinieri dopo aver scattato le foto sulle loro preferenze. In un caso, e’ stato annullato il voto, per l’altro non e’ stato possibile farlo perche’ la scheda era stata gia’ consegnata. Sono stati i presidenti di commissione a dare l’allarme ai carabinieri che hanno prima prelevato i cellulari dei due uomini e poi estrapolato le foto del loro voto.
Caso analogo, sempre nel Siracusano, ad Augusta: la polizia ha denunciato un uomo che aveva scattato una foto del suo voto per le regionali mentre era in cabina elettorale. E’ accaduto in un seggio in contrada Monte Rauti, nella zona Nord di Augusta. Ad accorgersi dell’irregolarita’ e’ stato il presidente del seggio attirato dal rumore della fotocamera del telefonino dell’uomo. Sono stati informati gli agenti del commissariato di Augusta che hanno poi denunciato l’uomo per violazione della legge elettorale.
Stessa scena a Modica (Ragusa), dove il clic ha tradito questa volta una donna: l’elettrice e’ stata condotta in commissariato dove e’ stata formalizzata la denuncia.
A Messina e’ invece intervenuta la Digos a seguito della segnalazione di un drappello di attivisti che avvicinavano gli elettori a meno di 200 metri dai seggi: controlli sono scattati nei quartieri piu’ complessi: Gazzi, Fondo Fucile e Villaggio Aldisio.

Condividi

Lascia un commento