San Cataldo, 50 migranti in hotel. Pagano (Lega): “Sicilia non è la Florida dei clandestini”

4

“Qualcuno vuole trasformare la Sicilia nella Florida dei clandestini. Ma ‘Noi con Salvini’ si opporrà a questo disegno. La scorsa notte a San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, abbiamo assistito all’ennesimo inaccettabile blitz, con l’arrivo di 50 immigrati all’hotel Helios, a 4 stelle. Invece di ospitare turisti e rappresentare un indotto economico e occupazionale per tutto l’hinterland, adesso l’albergo sarà adibito a centro relax con piscina e servizi per finti profughi. Così il deputato Alessandro Pagano della Lega-Noi con Salvini.

“Il tutto per la modica cifra di 1.400 euro al mese ad ospite, ovviamente tutto a carico dei contribuenti siciliani. Con la precisazione che l’hotel dispone di 120 posti. Questo significa che ne arriveranno altri 70. È questo il modello di accoglienza che ancora oggi rivendica il ministro Minniti? Uccidere un’intera economia regionale, uccidere il turismo per far posto al business dell’accoglienza. Naturalmente i quaranta dipendenti della struttura già non ci sono più. Dopo essere stati illusi con una assunzione sono stati tutti licenziati. Tutto ciò mentre i siciliani che non riescono a fare la spesa, a pagare l’affitto e le bollette, che vivono nelle macchine o in tuguri, assistono interdetti e sempre più arrabbiati di fronte a queste politiche migratorie devastanti di un governo che pensa solo ad accogliere clandestini e a discriminare gli italiani. Un governo che si conferma ipocrita e legato ai propri interessi, basti pensare che in questa settimana elettorale gli sbarchi di immigrati sono stati ‘dirottati’ dalla Sicilia in altre regioni. Giusto per non disturbare il manovratore. Ma gli andrà male”.

 

Condividi

4 Commenti

  1. Condovido il suddetto commento e aggiungo di non arrendersi nel proposito di gestire l invasione di queste persone che sono strumentalizzate da piani multinazionali etc

  2. I siciliani come tutti gli italiani dove sono? Fuori tutto questo marciume insieme a questi politici abusivi di turno. Il “caro presidente” che ama farsi chiamare presidentessa ha detto e dice ancora copiato da altri che bisogna dare dignità nel paese di origine a questa gente. DIMENTICA CHE IL SUO COMPITO PRIMARIO È QUELLO DI DARE DIGNITÀ E PROSPETTIVE DI VITA SOSTENIBILI AGLI ITALIANI. CARO/A PRESIDENTE LEI ED I SUOI PARI SIETE POLITICI ANCHE SE ABUSI DELL’ITALIA NON DELLA NIGERIA CHE LEI TANTO AMA. LE CONSIGLIO DI PRENDERE LA NAZIONALITÀ NIGERIANA COSI DA POTERSI DEDICARE ANIMA E CORPO ALLA SUA CAUSA. VADA VADA E SI PORTI DIETRO ANCHE I SUOI PARI CHE DI DANNI ANCHE IRREPARABILI NE AVETE FATTI ANCHE TROPPI. VADA VADA

  3. Spero che la lega possa vincere. Ma devono dire le sue intenzione di non uscire del euro e della UE. Altrimenti non vincono.

Rispondi a Teresa Annulla risposta