Marianopoli, ringraziamento per servizio antincendio

0

MARIANOPOLI –  A firma del sindaco Salvatore Noto e dell’assessore comunale Giuseppe Vullo è stata inviata una lettera al dirigente responsabile I.R.F, dott. Gianfranco Perno,  con cui, a nome dell’Amministrazione comunale, ringraziano “l’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Caltanissetta, nella figura del dott. Perno e tutti i suoi collaboratori, il Corpo Forestale e tutti gli operatori del servizio antincendio boschivo A.S.A., Torrettisti, Autisti, e Addetti alla sala radio, per il lavoro svolto negli avvistamenti e spegnimento degli incendi che purtroppo, quest’anno, hanno colpito pesantemente il territorio del comune di Marianopoli”. “La competenza, l’esperienza, la prontezza di intervento – continua la nota di ringraziamento –  e il grande spirito di sacrificio, che l’I.R.F. ha messo in campo, ha fatto si che i danni siano stati molto contenuti. Questo dimostra che, se i lavoratori forestali vengono inseriti in un progetto di tutela e salvaguardia del territorio,  si raggiungono obbiettivi importanti.  La nostra Amministrazione Comunale, in tal senso,  si farà portavoce e promotrice, al prossimo incontro tra i Sindaci, di un documento, che partendo dai territori, possa inserire tutti i comparti forestali, insieme all’E.S.A., in un progetto e processo di valorizzazione delle competenze di tutti i lavoratori, in modo che gli stessi possono dare il loro contributo alla tutela e sistemazione dei nostri territori”.                “ Possiamo  pensare all’impiego dei forestali – prosegue la nota –  nella ripulitura dei bordi strada, per permettere il regolare scorrere delle acque dalle nostre strade, alla sistemazione del deflusso delle acque di scorrimento superficiale dei terreni, alla sistemazione dei canali di scolo sia quelli del centro urbano, che quelli periferici, la ripulitura del bordo dei torrenti, per evitare esondazioni pericolose per la pubblica incolumità”. “Tutto quello che un’importante forza lavoro – conclude a nota –  possa fare anche in seno alla protezione civile, pensiamo non solo agli incendi ma anche ad altre calamità, quali quelli dovuti all’acqua ed alla neve.  Il nostro progetto deve partire dai territori e per i territori, ognuno con il proprio ruolo, insieme a tutti gli autori dei nostri Comuni, Cittadini, Organizzazioni Sindacali, Organizzazioni Imprenditoriali, e tutti quelli che hanno a cuore la sicurezza e la rinascita dei nostri territori. Insieme dobbiamo raggiungere obbiettivi che possano migliorare il nostro vivere quotidiano”.

Condividi

Lascia un commento