Caltanissetta, sicurezza sul lavoro: sistema e-distribuzione per addestrare tecnici Enel

0
?

Un moderno simulatore tridimensionale, ubicato nel Centro Addestramento Operativo di Caltanissetta, consentirà ai tecnici dell’azienda che operano in Sicilia di esercitarsi, in diversi scenari e ambienti, sui metodi di lavoro e sulle migliori tecniche di sicurezza.

CALTANISSETTA – Grazie alla grande attenzione che da sempre e-distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica a Media e Bassa Tensione, pone alla sicurezza e alla salute di quanti lavorano per l’azienda, è stato attivato oggi in Sicilia un innovativo simulatore tridimensionale che, attraverso la realtà virtuale, consentirà di formare nel migliore dei modi i tecnici che quotidianamente operano sugli impianti dell’azienda.

Ad inaugurare il nuovo simulatore, che è stato ubicato nel Centro di Addestramento Operativo regionale di Caltanissetta, sono stati l’ing. Roberto Nisci, responsabile Macro Area Sud, Stefano Danesi, responsabile Rete Sicilia, e Gianfranco Urbanelli della Funzione Salute, Sicurezza, Ambiente e Qualità di e-distribuzione.

Il nuovo sistema è stato sviluppato dalle strutture Safety e Information Tecnology di e-distribuzione, con la collaborazione di Everis e H-Farm.

Il sistema costituisce una modalità innovativa di fare formazione, che integra e arricchisce quelli più tradizionali per l’addestramento operativo, che già viene svolto sulle sezioni d’impianto nei centri di addestramento come quello di Caltanissetta. Grazie ai visori 3D è, infatti, possibile simulare differenti scenari tridimensionali di cantiere, con un coinvolgimento realistico e dinamico degli operatori, permettendo esercitazioni sui metodi di lavoro e sulle migliori tecniche di sicurezza.

In particolare, sono già disponibili numerosi scenari, relativi alle attività eseguibili nelle cabine di distribuzione dell’energia elettrica e sulle linee aeree di media tensione, dove gli ambienti di lavoro, le sezioni d’impianto, le attrezzature, i dispositivi di protezione individuale e persino i rumori sono dettagliatamente simulati.

“Questo strumento di formazione – ha commentato durante l’inaugurazione l’ing. Roberto Nisci – proietta sempre più le modalità di gestione della rete elettrica nel futuro. Rispetto ai metodi già in uso, il nuovo sistema consente di simulare anche i possibili errori e le relative conseguenze. Situazione questa prima impossibile da realizzare, ma che risulta utilissima nell’accrescere la consapevolezza, in quanti svolgono tale attività, dell’importanza di operare sempre nel pieno rispetto delle previste tecniche di sicurezza. Ciò consentirà all’azienda di mantenere elevati standard di sicurezza sul lavoro”.

Condividi

Lascia un commento