Caltanissetta notizie, cronaca, attualità - Il Fatto Nisseno

Basketball Champions League, i lituani del Neptunas espugnano Capo D’Orlando. Ikovlev: “Ci servirà”

Una partita difficile, si sapeva, ancor più data l’assenza dell’ultim’ora del playmaker Engin Atsur (botta alla tibia sinistra nella gara con Pesaro).

Il Neptunas Klaipeda gioca una pallacanestro molto consistente e, come dirà coach Di Carlo in sala stampa, intelligente, scappando via a partire dal finale di terzo quarto per poi controllare negli ultimi 10′ e raccogliere il quarto successo in cinque giornate di Basketball Champions League, guidata da un grande giocatore come Renaldas Seibutis (18 punti dopo l’intervallo).

La SikeliArchivi, dal canto suo, ha messo in campo la voglia di provarci e di essere competitiva contro una delle big del girone, riuscendo a farlo nei primi 15′ (fino al 26-31) con un grande sforzo difensivo e la vena di Mirza Alibegovicnel tiro da fuori.

Purtroppo non poteva bastare contro una squadra che, a oggi, appare come una delle migliori in questa competizione per la qualità del gioco che riesce a esprimere.

Parole chiave: “learning experience”. Lo dirà Denis Ikovlev in conferenza stampa, ed è assolutamente il modo giusto di affrontare gare come questa, dove hanno avuto tanto spazio tre ’98 (Ihring, Strautins e Kulboka), un 2000 (15 minuti per Matteo Laganà) e con l’esordio europeo per tre ragazzi del settore giovanile: l’orlandino Giorgio Galipò (’99), Antonio Zanatta (2000) e Andrea Donda (’99), che sfrutta l’ultimo minuto di gara per mettere  a segno 4 punti in rapida successione.

Le parole di Denis Ikovlev al termine della gara di Basketball Champions League contro il Neptunas Klaipeda: “Sapevamo che stasera sarebbe stato difficile, i nostri avversari hanno messo in campo tanta energia e per noi è stata dura. Ma questa partita ci servirà per fare esperienza, per avere degli insegnamenti da mettere in campo in campionato. Affrontavamo sicuramente una squadra molto forte, ma con l’intensità difensiva siamo riusciti a tornare in partita e ad un certo punto abbiamo pensato di poterli affrontare al loro stesso livello, ma era difficile.

L’Orlandina si prepara ora a tre trasferte consecutive: domenica a Sassari, martedì a Ventspils e domenica 19 a Brescia, prima della sosta per le nazionali.

SikeliArchivi Capo d’Orlando – Neptūnas Klaipėda 60-90 (13-20, 28-43, 47-62)

Sikeliarchivi Capo d’Orlando: Galipò (0/1), Alibegovic 15 (2/2, 3/6), Ihring 3 (2/2, 0/2), Kulboka 2 (1/3, 0/3), Laganà (0/3 da 3), Strautins (0/3, 0/1), Delas 1 (0/1, 0/1), Edwards 12 (1/6, 1/3), Zanatta, Wojciechowski 9 (4/5, 0/1), Ikovlev 14 (3/6, 1/3), Donda 4 (1/1). All: Di Carlo

Neptūnas Klaipėda: Palacios 10 (5/12), Johnson 6 (2/5 da 3), Kisielius 6 (3/9), Girdziunas 6 (2/5, 0/1), Delininkaitis 13 (0/1, 4/8), Seibutis 18 (4/5, 2/2), Zelionis 2 (1/3), Galdikas 9 (4/4), Jucikas 5 (2/4), Beliauskas 3 (1/2 da 3), Butkevicius 12 (4/6, 1/2). All: Maksvytis