Sicilia, siti web dei Comuni: classifica sulla trasparenza, Caltanissetta penultima

1

La piattaforma web, Bussola della trasparenza, mezzo che consente di monitorare i siti della Pubblica Amministrazione, ha verificato il rispetto dei nuovi adempimenti del Decreto legislativo n.33/2013. Nell’Isola l’unico Comune capoluogo a raggiungere il 100% della trasparenza è quello di Messina, nel quale sono presenti tutte le sezioni previste dalla normativa.

Poco sotto Catania, che conta 82 sezioni su 84 per una percentuale del 98%. Terzo posto per Palermo con numeri pari a 81 su 84 (96%), e poi appena sotto Enna che si ferma a 75 (89%).
Quinto posto, come già detto, per il capoluogo aretuseo che conta 66 sezioni su 84, e quindi raggiunge una copertura in termini di trasparenza pari al 79%.
Scivolano più giù Trapani con 62 (74%) e Ragusa con 53 (63%). In fondo alla classifica ci sono il comune di Caltanissetta, soltanto 4 sezioni su 84 trovate, un dato che vale un misero 5%, e Agrigento con appena una sezione su 84 (1%).

Per essere più chiari, il decreto del 2013 prevede tra l’altro: accessibilità totale delle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività delle P.a., obbligo per i siti istituzionali di creare l’apposita sezione “Amministrazione trasparente” nella quale inserire tutto quello che stabilisce il provvedimento, pubblicazione dei dati relativi al livello del benessere organizzativo interno alle pubbliche amministrazioni e la pubblicazione dei risultati delle indagini di customer satisfaction effettuati, maggiore chiarezza sulle norme abrogate dal decreto legislativo, che intende rappresentare un vero e proprio Codice della trasparenza in modo da evitare dubbi interpretativi.

 

Condividi

1 COMMENTO

Lascia un commento