Caltanissetta, Delrio in Comune. Affondo di 8 consiglieri: “Misera ed imbarazzante passerella elettorale”

0

CALTANISSETTA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. C’eravamo illusi, per la importanza di avere a Caltanissetta il Ministro delle Infrastrutture, di riuscire finalmente, con un interlocutore così illustre, a dare definizione al problema delle opere di compensazione dovute per contratto alla Città di Caltanissetta, e degli indennizzi per i disagi e per i danni subiti dai Cittadini nisseni anche per i ritardi nella esecuzione dei lavori.

Era logico che ciò avvenisse, ma ancora una volta ingenuamente non abbiamo considerato la presenza del Sindaco Ruvolo che, menando per il naso tutti i cittadini di Caltanissetta, ha trasformato una grande occasione in una misera passerella elettorale. Questa è stata la riunione di ieri…UNA MISERA ED IMBARAZZANTE PASSERELLA ELETTORALE.

Ma Ruvolo crede ancora di poter prendere in giro questa Città? Così come ha fatto, a ben leggere, con le dichiarazioni rese al Corriere della Sera nell’inserto su Caltanissetta pubblicato domenica?

Le dichiarazioni di Ruvolo, ed i commenti compiacenti, e “molto interessati”, dei giornalisti, hanno solo evidenziato che nulla hanno fatto il Sindaco e la Giunta, essendo le cose da fare solo futuristiche ed al condizionale.

Sarebbe il caso che il Sindaco tragga da solo le conclusioni di questo suo operare non illudendosi che, con i soliti metodi “clientelari”, possa essere considerato il miglior Sindaco della Sicilia quando invece crediamo proprio sia l’ultimo Sindaco dei siciliani.

Ma tornando alla farsa di ieri pomeriggio, non possiamo non condannare con forza la supponenza di questo Sindaco che continua a prendere in giro la Città e gli interessi dei cittadini.

Ma dove è finita la autorevolezza che dovrebbe caratterizzare un vero Sindaco?? Ci saremmo aspettati un grido di dignità, una richiesta di rispetto per una Città che ha subito, e continua a subire, un soffocante e prepotente isolamento: altro che “Città del futuro”.

Avremmo ben sperato oggi, alla presenza del Ministro delle Infrastrutture, di poter finalmente e concretamente discutere dei problemi dell’isolamento stradale e del futuro viario di questa Città facendo assumere ad ANAS, qualora fosse stata invitata, obblighi ed impegni ben precisi. Ma ciò, purtroppo, non è avvenuto…Di tutti i buoni propositi è rimasta solo la imbarazzante voglia di apparire e la spasmodica necessità di fare propaganda.

Ed ancora una volta, siamo costretti a prendere atto che il Sindaco predilige la gestione personale delle vicende che riguardano il Comune e la Città rispetto ad un impegno corale che per certi argomenti, di fondamentale importanza, diventa necessario per dare concretezza delle risposte a tutti i cittadini.

Se fosse un vero Sindaco, se tenesse veramente al futuro di questa Città, avrebbe certamente coinvolto tutto il Consiglio Comunale, ed avrebbe fatto già rispettare l’atto di indirizzo sottoscritto già a giugno da maggioranza ed opposizione insieme, e di cui invece ha fatto solo un generico cenno alla presenza del Ministro, non protestando quando lo stesso Delrio ha candidamente comunicato che occorre risedersi per individuare e quantificare le opere…come se tutto ciò non fosse già stato fatto e messo nero su bianco.

E che fine ha fatto la “minaccia” per giorni tanto sbandierata di incatenarsi al Comune..?? Saranno forse finite le catene nei negozi di ferramenta della Città???

D’altronde cosa avremmo dovuto aspettarci da questo Sindaco che, pur di non andar contro nessuno, non ha nemmeno dato incarico agli avvocati di intraprendere tutte le azioni occorrenti a difesa della Città??

La cruda verità è che queste dichiarazioni del Ministro non sono altro che le “campane a morte” delle opere di compensazione e del futuro di questa Città, ed ecco perché il Sindaco invece di perdere tempo in inutili “smancerie” istituzionali o nella pubblicazione di autocelebrativi comunicati e post sui social, dovrebbe già essere in volo per Roma a protestare con forza per ottenere tutte le garanzie a tutela degli interessi e dei diritti della Città…Ma forse è chiedergli troppo…forse sanno già cosa fare ma tutto ciò che manca è proprio la volontà di farlo.”

Consiglieri Comunali: Alessandro Maira, Guido Delpopolo, Gianluca Bruzzaniti, Calogero Adornetto, Salvatore Petrantoni, Rita Daniele, Riccardo Rizza e Walter Dorato. 

Condividi

Lascia un commento