Basket, inizia la stagione dell’Airam

    0

    CALTANISSETTA – E’ entrata nel vivo la stagione cestistica 2017 – 2018 dell’AIRAM, la società di basket nissena che ha le proprie radici storiche nel campetto di via Dalmazia e che si sta adoperando per un suo riutilizzo. L’AIRAM, ormai da una decina d’anni, con regolarità, miete successi e raccoglie risultati prestigiosi a livello provinciale, regionale e, talvolta, interregionale.

    Iniziati anche gli allenamenti dei più piccoli del centro minibasket (dai 5 ai 12 anni), che nella palestra di via Turati della Scuola Don Milani, sono seguiti dagli esperti e affidabili coach Emilio Galiano e Davide Arcarisi.

    Lo staff tecnico completo di cui l’AIRAM si e’ dotata quest’anno e’ il seguente:  il coach Armando Turturici seguirà il gruppo degli Under 16, il coach Giocchino Falletta quello degli Under 15, il coach Settimo Arcarisi quello degli Under 14 e il coach Emilio Galiano quello degli Under 13 e degli Esordienti .

    Iniziate anche le amichevoli per i più grandi dell’under 16, in previsione dell’inizio del campionato che porterà la squadra dei promettenti giovani cestisti nisseni a calcare i palazzetti di gran parte della Sicilia. Ben due le amichevoli con la Studentesca Gela con una larghissima vittoria nelle mura amiche del Palacannizzaro ed un inusuale (per il basket) pareggio a Gela (i due tecnici hanno deciso di non fare disputare ai ragazzi il tempo supplementare); infine ottima prova, seppure con una sconfitta di misura, con i più grandi dell’under 18 dell’invicta.

    Ci sono tutti i presupposti per un’altra stagione che dovrebbe regalare ai numerosi bambini e ragazzi della “famiglia AIRAM” tante belle soddisfazioni, all’interno di una solida e ben organizzata società. Anche quest’anno, così come gia’ accaduto nella stagione scorsa, e’ intendimento dell’AIRAM, anche in virtù dei sempre migliori rapporti instauratisi con le società di serie A dell’Orlandina basket e della Fortitudo Agrigento, organizzare delle trasferte a Capo d’Orlando e ad Agrigento, per consentire ai propri ragazzi di ammirare dal vivo il basket di serie A.

     

    Condividi

    Lascia un commento