Elezioni Siciliane, siamo alle comiche

0

Spettacolo comico interamente improvvisato! Ma purtroppo il biglietto i siciliani lo pagheranno a caro prezzo, anzi carissimo! Le trattative svolte per la designazione dei candidati alla Presidenza della Regione Siciliana, se osserviamo attentamente, sono state condotte al fine di salvaguardare le posizioni di pochi,sacrificando magari compagni di viaggio o antiche amicizie, ma cosa più preoccupante rischiando di compromettere il futuro della Sicilia. Forza Italia, dopo il tira e molla durato mesi converge su Musumeci-forse!- passa così la linea degli ex An in netta opposizione al commissario degli azzurri che esce sconfitto da questa vicenda. Però il metodo utilizzato per la scelta del candidato ha suscitato legittime perplessità tra gli elettori, i quali si domandano: ma se avete avuto tutte queste titubanze su Musumeci, perché dovremmo fidarci noi? Ma Miccichè, Catanoso, Figuccia, Assenza e tanti altri loro amici di corrente, partito, coalizione e chi più ne ha più ne metta. non sono però gli unici a combinare pasticci. Se guardiamo cosa sta succedendo nel centrosinistra, ci accorgiamo che il Partito Democratico è stato di fatto commissariato in quanto incapace di formulare proposte e soluzioni in chiave regionale dove le sorti della coalizione sono state affidate a Leoluca Orlando che ha subito imposto le proprie condizioni annichilendo i democratici. Il Sindaco di Palermo “impupa” Micari, che in maniera egoistica accetta l’invito a correre per la Presidenza, noncurante del mandato di grande responsabilità che la comunità Accademica gli aveva conferito poco meno di due anni fa. Purtroppo non tutti rimangono indifferenti davanti ad una comoda poltrona da occupare, ma Fabrizio Micari non sa che quella poltrona non la occuperà mai, perché la sua candidatura è funzionale solo e soltanto alla strategia messa a punto dal primo cittadino del Capoluogo Siciliano, ovvero portare tutti alla sconfitta così da assumere lui stesso la leadership di un’area politica e attendere con pazienza le prossime scadenze.
In tutto questo Roberto Lagalla di IseaSicilia e Giancarlo Cancelleri del M5S ringraziano!

Condividi

Lascia un commento