Record di medaglie per la nazionale paralimpica guidata dal nisseno Vincenzo Duminuco: argento per la gelese Contrafatto

    1

    Importante successo della squadra italiana di atletica leggera paralimpica sotto la nuova conduzione tecnica del nisseno professor Vincenzo Duminuco (nella foto a lato). Ai recenti Campionati del Mondo, da poco conclusisi a Londra, gli atleti italiani si sono ben distinti, sia per numero di medaglie che per qualità di risultati. La nostra provincia è stata inoltre rappresentata dalla gelese Monica Contrafatto che ha conquistato un importante argento nei mt. 100 T42.

    Il totale di 10 medaglie (4 oro, 4 argento, 2 bronzo) costituisce un vero record. Mai in nessun precedente campionato del mondo erano stati conquistati così tanti podi. A ciò si aggiungono inoltre ben 5 nuovi record italiani.

    Il medagliere finale ha visto l’Italia chiudere al 13° posto, superata solo dalle grandi potenze sportive quali la Cina, gli USA, la Gran Bretagna, ecc. ma davanti a Francia, Grecia, Spagna e Giappone.

    Una squadra rinnovata e ringiovanita tramite l’inserimento di ben quattro esordenti, tra cui un diciasettenne, che hanno confermato appieno le aspettative facendo ben sperare in prospettiva Tokyo 2020.

    Dichiara il D.T. Vincenzo Duminuco: ”Sono veramente soddisfatto dei risultati conseguiti, frutto di un importante lavoro di riorganizzazione di tutto il settore tecnico che comunque è solo all’inizio. Tutti hanno dato il massimo (atleti, staff tecnico e area sanitaria) trasformando uno sport individuale qual’è l’atletica leggera in una squadra compatta ed affiatata. Particolare attenzione è stata dedicata ai giovani, alcuni già inseriti nella nazionale maggiore, altri impegnati nei prossimi Campionati del Mondo giovanili che avranno luogo a Nottwil (CH) dal 3 all’8 agosto”.

    1 COMMENTO

    1. Bravi e bravissimi!
      Sono soddisfazioni anche per il cuore di chi vi segue e vi apprezza, per tutta l’umanità che siete capaci di avere e di dare!

    Comments are closed.