Salute: in Italia 17mila ultracentenari, cresce aspettativa vita

0
ROMA – Nel nostro paese gli ultracentenariammontano a 17mila. La speranza di vita ha ripreso a crescere. Questa e’ uno dei dati emersi dal lavoro presentato da Raimondo Cagiano de Azevedo dell’Universita’ La Sapienza di Roma e da Cinzia Castagnaro dell’Universita’ telematica Guglielmo Marconi in occasione del congresso della Societa’ italiana di medicina estetica che si e’ aperto oggi a Roma. Secondo la nuova analisi, la vita media per gli uomini raggiunge 80,6 anni (piu’ 0,5 sul 2015, piu’ 0,3 sul 2014), per le donne 85,1 anni (piu’ 0,5 e piu’ 0,1). Dai dete emerge il fenomeno definito della “senescenza giovanile”, cioe’ un significativo calo della popolazione giovanile per effetto della denatalita’. Tra il 1926 e il 1966 il peso percentuale della popolazione in eta’ 0-24 si riduce di circa dieci punti percentuali. Il processo prosegue con riduzioni sempre piu’ consistenti della quota di popolazione in quella fascia di eta’ e si rafforza negli anni successivi. L’Italia e’, infatti, uno dei paesi con il piu’ basso peso delle nuove generazioni: la quota di queste classi di eta’ dal 1926 al 2016 si e’ pressoche’ dimezzata. Nel 2016 la popolazione fino a 24 di eta’ e’ scesa sotto il 25 per cento. Si tratta di sei milioni di giovani in meno per l’Italia. La diminuzione del peso demografico dei giovani viene spesso letta in relazione allo squilibrio con la popolazione anziana e alla sua sostenibilita’, e al conseguente rischio di una perdita di rilevanza dei giovani anche nella societa’ e nelle priorita’ politiche. (