Caltanissetta, Oscar Aiello (FI) sulla retrocessione della Nissa: “Un’ingiustizia ed un’offesa alla città”

3
Caltanissetta, nota stampa del consigliere comunale oscar aiello di forza Italia sulla retrocessione della nissa

Il consigliere comunale di Forza Italia si rammarica della retrocessione dei biancoscudati in Promozione. Esprime solidarietà ai giocatori, elogia i tifosi e chiede al sindaco Ruvolo di farsi promotore per restituire dignità all’undici di Caltanissetta.

CALTANISSETTA – “È arrivato il momento che la politica rompa il silenzio calato sulla ingiusta vicenda retrocessione Nissa” – lo dichiara il Consigliere Comunale, Oscar Aiello, che aggiunge: “Dopo quello che è successo (che è un’offesa non solo alla società Nissa, ai giocatori, ai tifosi, ma anche all’intera Città) si rende necessaria una riflessione da parte della politica. Una Città Capoluogo di Provincia non merita infatti di essere trattata così e di subire tali ingiustizie (anche nel corso del campionato). Abbiamo subito una retrocessione illegittima, che ancora una volta testimonia la mancanza di considerazione, di leadership, di autorità della nostra Città, bistrattata anche nello sport e dispiace che la politica locale sia così debole da non farsi mai rispettare.

Esprimo vicinanza e solidarietà ai giocatori, che nonostante tutto sono scesi in campo per onorare la maglia e la Città di Caltanissetta. Un ringraziamento va anche ai tifosi, che ci sono sempre…malgrado tutto!

Lungi da me voler entrare nel merito delle vicende societarie, che non mi competono, credo però che dopo le polemiche occorra fare chiarezza affinchè la Nissa possa ritornare nel calcio che conta. Non meritiamo di stare in promozione e spero che il Sindaco non rimanga indifferente, abbiamo bisogno che qualcuno si faccia promotore, mediatore e garante di iniziative per restituire dignità alla Città, anche nel calcio”.

3 Commenti

  1. Condivido il pensiero di Aiello e trovo scandaloso che questa amministrazione non ha dato alcun sostegno alla squadra di calcio,trovo ancor piu’ scandaloso che i componenti nisseni di questi organi giudicanti non abbiano avuto modo di impedire questa palese ingiustizia.

  2. sorprendente la lettera del consigliere Aiello che non conosce i motivi della retreocessione3 della Nissa-

Comments are closed.