Commissario regionale mussomelese Enzo Nucera conclude iter estinzione Opera Pia di Collesano. Al Comune beni per 300.000 euro.

0

Chiude l’Opera Pia “Abate Gioeni” e il Comune di Collesano, dopo aver avviato, nei mesi scorsi, l’iter di estinzione, ne potrà acquisire il patrimonio dopo ratifica da parte del Consiglio Comunale. Si tratta principalmente di un immobile ubicato in pieno centro storico a Collesano, dell’ex IPAB, un terreno e alcuni arredamenti dal valore per circa 300 mila euro. Il mussomelese dott. Vincenzo Nucera, Commissario Straordinario nominato dall’Assessorato Regionale alla famiglia, politiche sociali e del lavoro, ha consegnato formale istanza di trasferimento del patrimonio appartenente all’Opera Pia nelle disponibilità del Comune di Collesano. Si chiude così una lunga storia iniziata nel 1986. Da più di 30 anni la comunità collesanese è rimasta in attesa del recupero della funzionalità sociale di un importante edificio ubicato nel cuore del centro storico di Collesanese. Adesso l’amministrazione può fare formale richiesta al Consiglio Comunale dell’acquisizione di tutto il patrimonio nelle disponibilità dell’Opera Pia – afferma il dott. Nucera, che ha concluso il censimento dei beni mobili e immobili. Mi congratulo con l’amministrazione Di Gesaro e in particolare con il dott. Dario Costanzo, che hanno fortemente perseguito e raggiunto un risultato che credo di importanza storica per il paese che amministrano. Ho avuto la possibilità di conoscere, per pochi giorni, Collesano – continua il Commissario – di apprezzarne le bellezze e di conoscere i tanti progetti iniziati dall’attuale amministrazione. “A nome mio e del sindaco di Gesaro, ringrazio di cuore il dott. Nucera e l’assessorato competente per la disponibilità e la professionalità dimostrata. Abbiamo lavorato tanto – afferma il vice-sindaco e commissario delegato dal sindaco per l’Opera Pia dott. Dario Costanzo – al fine di concludere nel tempo più breve possibile l’iter di estinzione che insieme al Consiglio Comunale avevamo avviato solo pochi mesi fa. Con la piena disponibilità del patrimonio immobiliare adesso inizia la fase più stimolante, riuscire a immaginare un nuovo futuro per l’edificio ubicato in via Suor Ilarina De Rosa. E’ nostra intenzione avviare, nei momenti opportuni, un’azione di coinvolgimento e ascolto della cittadinanza e degli operatori del territorio per disegnare il futuro del patrimonio immobiliare dell’ex Opera “Abate Gioeni”, “Vogliamo coinvolgere i cittadini – spiega il sindaco – in questa importante operazione che vuol rimettere in moto la macchina dell’ex Opera Pia, un patrimonio che da troppi anni non viene utilizzato”, magari immaginando una casa di riposo per anziani intitolata proprio all’Abate Gioeni così come volontà degli ex amministratori che ringrazio per il lavoro e la disponibilità dimostrata, senza di loro questo risultato non sarebbe stato raggiunto. Questi, infatti, hanno rinunciato alle loro spettanze per amore disinteressato nei confronti di Collesano”.

Condividi