Caltanissetta, post ingiuriosi contro 2 agenti che tentò d’investire: nisseno a giudizio per diffamazione

0

CALTANISSETTA – Dopo la condanna per lesioni ha offeso con dei post su facebook gli agenti di polizia che lo avevano fermato. Giuseppe Marchese, 41 anni, questa volta è finito sul banco degli imputati, dinanzi al giudice monocratico, con l’accusa di diffamazione. L’uomo, che nel 2013 aveva tentato di investire due agenti di polizia, dopo la condanna (a 17 mesi) in merito a quell’episodio, ha deciso di sfogare la sua ira su facebook creando dei post, 29 maggio e 19 ottobre 2014, in cui diffamava le forze dell’ordine con epiteti volgari ed ingiuriosi, e citando per nome gli agenti, Massimiliano Occhipinto e Elio Figliuzzi. Quest’ultimo, prima che i post venissero cancellati dall’autore, ha provveduto a fotografarli e poi a denunciare l’accaduto.

Giuseppe Marchese è stato rinviato a giudizio con l’accusa di diffamazione ed adesso è chiamato a rispondere della sua condotta.