Ali Confsal, Bonaffini: “Il danno è fatto per il transito del personale nella SRR”

0

CALTANISSETTA – “Il danno è fatto! A nulla è valso l’ennesimo invito da parte delle OO.SS. di avviare un serio e sereno confronto per dare l’avvio al transito del personale operativo ed amministrativo secondo quanto stabilito dall’art. 19 commi 6 e 7 della L.R. 9/2010, al fine di rendere realmente funzionale la SRR trasformandola in risorsa, piuttosto che rimanere solo un costo per la società“. Le recenti dichiarazioni del Segretario Generale della ALI CONFSAL Manuel Bonaffini hanno purtroppo trovato riscontro negli accadimenti successivi.

Bonaffini infatti sottolinea: “I Sindaci  aderenti alla SRR Caltanissetta Provincia Nord (Ruvolo, Modaffari, Catania, Burgio, Saporito, Montagna, Pelagalli, Carapezza, Plumeri, Grizzanti, Lo Sardo, Vitellaro, Messana, D’Anna, Caruso) non sono stati capaci di procedere all’immediato transito del personale operativo ed amministrativo secondo quanto stabilito dall’art. 19 commi 6 e 7; individuare il soggetto gestore; attuare ogni altra attività utile all’avvio funzionale della Società per la Regolamentazione dei Rifiuti, evitando pericolosi vuoti gestionali che possano determinare l’insorgere di emergenze igienico sanitarie, pertanto, ai sensi dell’art. 14 della L.R. 9/2010, dovranno essere, ancora una volta commissariati e, dunque, delegheranno ad un ulteriore Commissario Regionale quelle che avrebbero dovuto essere le funzioni per le quali sono stati eletti dal popolo, tutto ciò con un aggravio di spese per i loro cittadini contribuenti. I commissari nominati dovranno adesso, secondo l’Ord Pres. Reg. Sicilia n.2/Rif/2017, adottare tempestivamente la delibera di decadenza dei Sindaci dagli organi della società per la Regolamentazione dei Rifiuti, nonché avviare le conseguenziali azioni di responsabilità, così come disposto dall’art. 14, comma 2 della L. R. 9/2010″.

Adesso per sopperire alle loro mancanze, quasi certamente verrà, per l’ennesima volta, prorogato “l’affidamento temporaneo” alla ditta che gestisce il servizio di raccolta nei vari Comuni, l’unica speranza, per ciò che interessa i lavoratori, riferisce Bonaffini della ALI CONFSAL, rimane quella che, a norma dell’Ord. del Pres. della Regione Sicilia – n. 2/rif/2017 – vengano assunti quei lavoratori che già svolgevano il servizio per conto dell’ATO AMBIENTE, tornando alla “normalità” evitando di creare aspettative che non potranno essere soddisfatte e, dunque, nuovo precariato in spregio alle tante dichiarazioni del Governo Regionale.

Intanto si comincia a parlare di una nuova figura, sempre pagata profumatamente dai contribuenti, che dovrà assolvere alle funzioni di Amministratore Delegato della nuova Società di gestione del servizio che i Sindaci si appresterebbero a creare, contribuendo alla creazione di nuovo risparmio nella gestione della cosa pubblica.

Richiamando tutti al senso di responsabilità proprio di chi rappresenta le Istituzioni, a qualunque livello, il Segretario Generale della ALI CONFSAL Manuel Bonaffini fa sapere di avere rinnovato l’invito al nuovo Commissario Regionale per l’avvio di un confronto costruttivo con le Organizzazioni Sindacali che porti a breve termine alla definizione delle procedure di transito del personale in ottemperanza alle previsioni di cui alla L.R. 9/2010 e all’Accordo Quadro sottoscritto in sede Regionale con le Organizzazioni Sindacali.

 

Condividi