Borsellino, Corte d’Assise di Caltanissetta: parti civili chiedono risarcimenti

0

CALTANISSETTA – Otto legali di parte civile hanno chiesto la condanna degli imputati e il risarcimento danni per diversi enti, associazioni e per alcuni familiari delle vittime della strage di via D’Amelio. la richiesta è stata avanzata nel processo Borsellino quater, in corso davanti alla Corte d’assise di Caltanissetta. A prendere la parola sono stati gli avvocati Roberto Avellone, Felice Centineo, Giuseppe Ferro, Fabrizio Genco, Zelia Dionisio, Giovanni Airò Farulla, Francesco e Giuseppe Crescimanno. Tra gli enti e le associazioni che hanno chiesto il risarcimento, anche il Comune di Palermo e il Centro studi Pio La Torre. I legali hanno sottolineato le responsabilità di Salvo Madonia e Vittorio Tutino, che rispondono di strage, e le falsità raccontate dagli ex collaboratori di giustizia Vincenzo Scarantino, Francesco Andriotta e Calogero Pulci – chiamati a rispondere di calunnia – durante le prime indagini sull’attentato del 19 luglio ’92, costato la vita a Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta. Le arringhe dei legali di parte civile proseguiranno domani e dopodomani.

Condividi