Caltanissetta,”Le ragioni del Sì”: lunedì 21 novembre al centro “M. Abbate”

0

immagine-ferraro-1CALTANISSETTA – Referendum costituzionale: Le ragioni del SI si confrontano con gli operatori del sociale, delle professioni e dell’economia. Questo il titolo di un incontro,  organizzato a Caltanissetta Lunedì 21 novembre (ore 17,30) presso il centro culturale “Michele Abbate”.

Interverranno, per esporre  le tesi del <<SI>> al prossimo referendum sulla riforma Costituzionale voluta dal governo Renzi e che tanto sta dividendo il Paese, il Professor Giuseppe Verde, ordinario di diritto costituzionale presso la facoltà di giurisprudenza dell’università di Palermo, Il Senatore Giuseppe Lumia. Moderatori: Ivo Cigna, segretario del Partito Democratico di Caltanissetta, Antonio Bonura, dirigente medico dell’Asp di Caltanissetta.

Parteciperanno al dibattito: Stefano Alletto- Ord.degli Architetti; Aldo Amico- LILT; Manuel Bonaffini-ALI-CONFSAL; Roberto Cammarata-Collegio IPASVI; Giuseppe Collura-Ord. Dei Geologi; Fabio Corvo- Ord. Degli Ingegneri; Salvatore Di lena- Ord. Dei Commercialisti; Massio Primavera- Coldiretti; Emanuel Gallo-CISL AG-CL-EN; Loris Giambrone-Fasted Sicilia Onlus; Gaetano Giambusso- AVIS; Emilio Giammusso-Consorzio Universitario; Alessandro Giugno-Legambiente; Giusy Granata-Inner Wheel; Carmelo Iacon-Asp Cl; Salvatore La China- Rotary Club; Angelo Lomaglio- Cefpas; Piero Lo Nigro- Ord. Degli Architetti; Giuseppe Lucchese-Lecacoop; Giuseppe Mancuso-Confcommercio; Giovanni Manduca-CNA; Filippo Maritato-Forum del Terzo Settore; Maurizio Nicosia-ANFASS; Salvatore Pasqualetto-Tav. Unico di Regia; Rocco Patrì-Confagricltura; Nicolò Piave- Croce Rossa Italiana; Giuseppe Pilato-Consiglio Notarile; Salvatore Porsio – Mov. Difesa del Cittadino; Sergio Speciale-Ass. Culturale Pediatri; Cataldo Torregrossa- ASS. Disabili San Cataldo; Giuseppe Vaccaro-Ass.La Salute al Centro; Giuseppe Valenza-Conf.Ital. Agricoltori; Pierluigi Zoda-Ord. Degli Avvocati.

Il PD nel comunicato stampa che presenta l’incontro afferma: “L’appuntamento è aperto a tutti coloro i quali desiderano avere un confronto e dei chiarimenti sui punti focali della Riforma Costituzionale cui siamo chiamati ad esprimere un parere il prossimo 4 Dicembre. Per non cadere nell’errore di trasformare il referendum in un plebiscito pro e contro la figura del presidente pro-tempore, è data a tutti la possibilità concreta di informarsi sui contenuti della riforma esprimendo un giudizio di merito. Da qui l’importanza di conoscere le ragioni dei sostenitori in modo da formarsi un giudizio libero al di là di una propaganda troppo spesso banale e interessata”.