Oscar e le sue gomme: eroismo compulsivo o vittimismo patologico?

4

CALTANISSETTA – Nell’era post legalista sembrava fosse stata superata la necessità di predefinirsi quali vittime di oscure trame con ardite teorie complottistiche per accreditarsi consenso. Ci sbagliavamo.

Il gesto di un probabile balordo a danno del nostro tra i più battaglieri consiglieri comunali (se vi piace chiamatelo Oscar) ha riportato le lancette indietro. Tre ruote tagliate rievocano teste di capretto, proiettili, pseudo ordigni, e chi più ne ha più ne metta.
E giù tutti, ad accreditarsi battaglie contro poteri arcani, maggioranza ed opposizione. Persino la nuova giunta comunale non si è fatta sfuggire l’occasione di dire che porterà avanti le sue azioni contro il male con sempre maggiore determinatezza.
Tutti contro il male, coraggiosi, schierati all’unisono, e davanti a tutti il bianco cavaliere Oscar, che tre pneumatici usati hanno trasformato in uno dei più epici eroi borghesi, simbolo del riscatto di una classe politica presentata troppo spesso come pavida e ignava.
Non ci sottrarremo certo a dare la solidarietà ad Oscar, e magari a consigliargli un buon gommista.
Constatiamo, comunque che il tiepido sole di questa strana mezza estate, e’ in realtà così sfavillante da abbagliare, forse irreversibilmente, il mondo politico locale.

Condividi

4 Commenti

  1. Il paladino del nulla che, senza alcun dubbio, sarà il prossimo sindaco. D’altra parte, questo è il “massimo” che può partorire la politica comunale.

  2. L’unica battaglia che combatte Aiello è quella per la pagnotta!!! Le denunce quali???? Se ne guarda bene dal farle…

Comments are closed.