Vacanze. Affitto sicuro, il vademecum della polizia

0

Case vacanze inesistenti, caparre troppo elevate, truffe e raggiri di ogni tipo dietro l’angolo. Per andare in vacanza più sicuri e godere del meritato riposo si può consultare una guida con consigli pratici e suggerimenti per acquistare in Rete con maggiore tranquillità. La guida e’ il frutto della collaborazione tra la Polizia Postale e delle Comunicazioni e Subito, azienda leader nella compravendita online, ed e’ disponibile sul sito Polizia di Stato, su Subito e reperibile anche su Commissariato di P.S. online e nelle relative pagine facebook e twitter. Tra i consigli c’e’ quello di evitare assolutamente l’acquisto d’impulso legato a offerte speciali, tipica proposta commerciale di molti attori dell’e-commerce che offrono, ad esempio, prodotti in stock limitati o con prezzi scontati per un tempo definito. Ma ci sono altre regole da seguire: se cercate una casa vacanze, analizzate 3 componenti fondamentali di un annuncio (prezzo, foto e descrizione). Se il prezzo vi sembra troppo conveniente paragonatelo ad altri annunci, perché potrebbe essere fasullo; se le foto sono troppo belle, cercate l’immagine su Google Immagini (trascinate o copiate e incollate l’immagine) e capirete se sono vere o sono state copiate/incollate da altri siti. Se la descrizione e’ troppo breve e fornisce poche informazioni, non esitate a chiederne altre all’inserzionista. Sempre all’inserzionista chiedere anche un numero di telefono (possibilmente fisso), altre foto, l’esatta ubicazione della casa. Cercate la casa su Google Maps o altra mappa: potrete vedere se esiste realmente. Inoltre, se vi chiedono di pagare una caparra, non versate la somma richiesta se non avete ancora la certezza che l’annuncio sia sicuro e diffidate di chi vi chiede una somma troppo alta (superiore al 20% del totale). Se possibile, incontrate l’inserzionista per una visita della casa e per consegnare l’importo dovuto di persona. Telefonate poi all’Ufficio Turistico del luogo per informazioni sugli immobili in affitto in quella zona (prezzi, stagionalita’. Non inviate documenti personali e non non effettuate pagamenti su carte ricaricabili o con servizi di trasferimento di denaro. La polizia suggerisce sempre metodi tracciabili.

Condividi