Caltanissetta: festa della Repubblica, consegnate le onorificenze a cinque ex deportati

0
festa della repubblica 2
Salvatore Maira insieme ai familiari

CALTANISSETTA – Villa Amedeo quest’anno ha fatto da sfondo alle celebrazioni per il settantesimo anniversario della fondazione della Repubblica organizzata dalla prefettura. Alle manifestazioni, che si erano aperte con l’alza bandiera e la deposizione di una corona d’alloro in memoria dei caduti da parte del prefetto Maria Teresa Cucinotta, hanno assistito le massime autorità civili e religiose della città e della provincia. A villa Amedeo il prefetto ha consegnato cinque medaglie d’onore conferite dal Presidente della Repubblica ad altrettanti nisseni internati o deportati nei lager nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale. Le onorificenze sono state consegnate a Salvatore Maira, 97 anni nisseno, unico presente, a Giuseppe Cancilla, di Resuttano, che ha compiuto 100 anni a gennaio, e poi, alla memoria, a Giacomo Belgiorno di Gela,  Michele Riggi di San Cataldo e Michele Schifano di Mussomeli.  Queste ultime onorificenze sono state ritirate dai familiari. Dopo il conferimento delle medaglie d’onore  si è passato alla premiazione degli studenti vincitori del concorso “I 70 anni della nostra Repubblica” organizzato dalla Prefettura con il provveditorato agli studi e rivolto alle ultime classi delle scuole primarie e secondarie della provincia. Al termine gli allievi dell’istituto musicale Bellini hanno eseguito brani a tema. A villa Amedeo sono stati inoltre allestiti gazebo con materiale informativo sulle attività svolte dalle forze dell’ordine. Le celebrazioni si sono concluse alle 18 con l’ammaina bandiera. Fino a domenica però le vetrine di alcuni esercizi commerciali del centro storico esporranno divise e simboli delle forze di polizia, vigili del fuoco, associazioni combattentistiche e d’arma.

Condividi