Laila Ali, la figlia che ha “ereditato i geni” di Muhammad Ali

0

imageLaila, 38 anni, è l’ottava figlia di Muhammad Ali – avuta con la terza moglie Veronica Porsche -, e l’unica dei nove ad aver ereditato la passione del padre. Dopo essersi laureata in ‘business management’ a Santa Monica, Laila inizia a lavorare come estetista e poi apre un salone di bellezza.

Fino a quando nel 1996 vede in televisione un incontro tra le pugili Christy Martin e Deirdre Gogarty e ha deciso di cambiare completamente strada. Quando comunica al padre la sua decisione, prima di annunciarla a tutti gli americani nella seguitissima trasmissione “Good Morning America, lui non è molto contento ma lei lo rassicura dicendogli che “ha ereditato i suoi geni”.

Nel 2002 diventa campionessa mondiali dei Supermedi e due anni più tardi campionessa mondiali dei Leggeri. Nel 2007 si ritira ma presto si impone come personaggio televisivo – ha partecipato alla versione americana di ‘Ballando con le stelle’ ed è testimonial di diversi marchi – e ‘guru’ del fitness. Ha scritto un libro ‘motivazionale’ “Reach!: Finding Strength, Spirit, and Personal Power” e nel 2007 ha realizzato con il pugile Sugar Ray Leonard una serie di video per l’allenamento sportivo. Nella sua villa di Los Angeles, ripete spesso, “non manca mai la frutta fresca”. Sposata con l’ex stella del football americano, Curtis Conway, ha due figli Curtis Muhammad (nato nel 2010) e Sydney (nata nel 2011).

“Adoro questa foto di mio padre e mia figlia Sidney da piccola! Grazie per tutto il tuo amore e tutte le tue attenzioni. Sento il tuo amore e lo apprezzo”. Così Laila, figlia maggiore di Muhammad Ali ed ex campionessa di pugilato, su Twitter poche ore prima che il padre morisse.

Condividi