Tribunale di Caltanissetta – Avviso di vendita fallimento n. 19/2012 R.F.

0

TRIBUNALE DI CALTANISSETTA
SEZIONE FALIMENTARE
Avviso di vendita
Fallimento n.19/2012 R.F.
———

VENDITA SENZA INCANTO
Il Curatore Fallimentare, dott. Paolo Buono, rende noto che in data 26/04/2016 alle ore 10:00 presso il proprio studio professionale sito in Caltanissetta Via Kennedy n. 46 piano secondo, avrà luogo la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili:

LOTTO UNICO:

A- appartamento sito in San Cataldo, via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, piano quinto, censito al N.C.E.U. al foglio 51, particella 671, sub. 22, categoria A/2, classe 2, consistenza 6,5 vani;
B- locale autorimessa sito in San Cataldo, via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, piano terra, censito al N.C.E.U. al foglio 51, particella 671, sub. 11, categoria C/6, classe 2, consistenza 16 mq;
C- locale condominiale sito in San Cataldo, via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, piano terra, censito al N.C.E.U. al foglio 51, particella 671, sub. 2, categoria C/6, classe 2, consistenza 34 mq.

Prezzo base per la vendita € 72.750,00.

Offerta minima di acquisto per la partecipazione alla vendita (pari al 75% del suddetto prezzo base): € 54.563,00.
Le offerte di acquisto inferiori all’ammontare dell’offerta minima sopra indicata non sono efficaci.

A) La vendita avverrà esclusivamente nella forma della vendita senza incanto.
B) Le offerte di acquisto in bollo possono essere fatte, eccetto dal debitore, personalmente o a mezzo di procuratore legale anche per persona da nominare a norma dell’art. 579 ult. comma c.p.c.
A) Le offerte di acquisto dovranno essere depositate, presso lo studio del Curatore, in busta chiusa ed indirizzata al Curatore Fallimentare, Dott. Paolo Buono, entro le ore 12:00 del giorno precedente la data fissata per l’esame delle offerte. Il Curatore ricevente, o un suo delegato ad hoc, provvederanno ad annotare all’esterno della busta il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’Esecuzione e la data fissata per l’esame delle offerte.
B) L’offerta dovrà contenere: D1) nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza o domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto offerente e copia di un valido documento d’identità e del codice fiscale dello stesso. Ciascun offerente dovrà dichiarare la propria residenza, ovvero eleggere domicilio presso il comune in cui ha sede l’intestato Tribunale, sotto comminatoria di effettuare tutte le comunicazioni presso la Cancelleria. L’offerente o il suo procuratore dovrà presentarsi presso la lo studio del Curatore nel giorno stabilito per la vendita. Se l’offerente è coniugato dovrà presentare auto-dichiarazione in ordine al regime patrimoniale adottato e se in comunione dei beni, dovranno essere indicati i dati del coniuge. Se l’offerente è una società o altro ente dovrà essere allegato idoneo certificato del registro delle imprese da cui risulti l’attuale vigenza dell’ente con enunciazione della spettanza dei poteri di rappresentanza legale. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice tutelare. In caso di offerta presentata da più soggetti, dovrà essere indicato quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; D2) i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; D3) l’indicazione del prezzo offerto, che potrà essere inferiore di non oltre ¼ al prezzo base a pena di inefficacia dell’offerta; D4) il termine del versamento del saldo del prezzo, nonché degli ulteriori oneri, imposte, diritti e spese conseguenti alla vendita, non superiore a giorni 120 dall’aggiudicazione. In mancanza di indicazione del termine, si intende che esso è di giorni 120 dall’aggiudicazione; D5) l’espressa dichiarazione di avere preso visione dei documenti ipo-catastali allegati all’istanza di vendita ex art. 567 c.p.c. e della perizia di stima.
C) Le offerte dovranno essere accompagnate dal deposito, a pena d’inefficacia, dal deposito mediante assegni circolari non trasferibili intestati al “Dott. Paolo Buono Curatore Fall. 19/2012”, di una somma, a titolo di cauzione, pari al 10% del prezzo offerto per il lotto per cui si intende concorrere.
D) Detti assegni dovranno essere inseriti nella busta contenente la relativa offerta d’acquisto.
C) L’offerta presentata è irrevocabile, salvo che: a) il Curatore ordini l’incanto; b) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione ed essa non sia stata accolta.
E) Sull’offerta il curatore provvederà alle deliberazioni a norma degli artt. 572,573 e 574 c.p.c.
F) Le buste contenenti le offerte di acquisto saranno aperte alla presenza degli offerenti, avanti al Curatore presso il suo studio professionale sito in Caltanissetta, Via Kennedy n. 46 piano secondo.
G) In presenza di più offerte il Curatore inviterà gli offerenti ad una gara sulla base dell’offerta più alta, nel rispetto del rilancio minimo obbligatorio pari ad € 3.700,00.
H) L’aggiudicatario, nel termine indicato in offerta, comunque non superiore a giorni 120 dall’aggiudicazione, ovvero, in caso di mancata indicazione del termine, entro giorni 120 dall’aggiudicazione, dovrà depositare il residuo prezzo, oltre oneri, imposte, diritti e spese di vendita, detratto l’importo della cauzione effettivamente versata, a mezzo assegni circolari non trasferibili intestati a “Dott. Paolo Buono Curatore Fall. 19/2012”. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto e sarà pronunciata la perdita della cauzione versata a titolo di multa. Ove ricorrano giustificati motivi, il Giudice dell’Esecuzione, previa istanza, potrà disporre che il versamento del prezzo abbia luogo ratealmente ed entro un termine non superiore a 12 mesi.
I) le spese inerenti la vendita ed il trasferimento di proprietà saranno poste a carico dell’aggiudicatario, così come pure le spese per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli.
J) soltanto all’esito degli adempimenti precedenti sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c..
K) La visione dell’ordinanza di vendita e della espletata relazione di stima degli immobili pignorati potrà aversi consultando il sito internet www.astegiudiziarie.it.
L) Maggiori chiarimenti e la visione della documentazione ipo-catastale potranno essere richiesti presso lo studio del Curatore corrente in Caltanissetta Via Kennedy n. 46 piano secondo, nei giorni dal Lunedì al Venerdì dalle 16:00 alle 18:00, tel. 0934/21469. Presso la stessa sede sono eseguite dal Curatore Fallimentare tutte le attività che devono essere compiute in Cancelleria o davanti al Giudice Delegato.
Caltanissetta, 24 febbraio 2016

Il Curatore Fallimentare
​​ ​ Dott. Paolo Buono

​ ​

2

Condividi